Liryc Dela Cruz, Il Mio Filippino: Invisible Bodies, Neglected Movements (Videostill), film (work in progress), black and white, stereo - Courtesy the artist

Artissima 2020. I progetti speciali in città

Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea di Torino che nel 2020 si presenta dilatata nei tempi e negli spazi, con esposizioni fisiche realizzate con Fondazione Torino Musei e progetti digitali, propone quest’anno quattro nuovi progetti in collaborazione con i propri partner e con importanti istituzioni del territorio piemontese.

Alla GAM di Torino, già sede di Artissima Unplugged, dal 7 novembre 2020 al 9 gennaio 2021 verranno presentate due mostre: Folle con una selezione di foto storiche dell’Archivio Publifoto di Intesa Sanpaolo e JaguArt – The Italian Talent Road Show con gli artisti vincitori del progetto nato in collaborazione con Jaguar.
Le OGR dal 5 al 15 novembre 2020 presenteranno nel Binario 2 un’importante opera video di Natália Trejbalová – About Mirages and stolen Stones (2020) – che indaga il rapporto tra arte e tecnologia. Il progetto è frutto della collaborazione tra OGR e Artissima e viene presentato nell’ambito del programma di Biennale Tecnologia.
Infine, presso Combo dal 5 all’8 novembre 2020 saranno visibili i video prodotti dai giovani artisti Caterina Erica Shanta e Liryc Dela Cruz, durante la residenza del Torino Social Impact Art Award.

Folle, la mostra dell’Archivio Publifoto di Intesa Sanpaolo
Artissima e Intesa Sanpaolo hanno avviato nel 2020 una partnership che nasce da una comune sinergia di intenti e dalla convinzione che l’arte possa sostenere la crescita del paese e riattivare meccanismi virtuosi di dinamismo sociale e arricchimento culturale.
In occasione di Artissima verrà presentata la mostra fotografica Folle, un progetto di riscoperta e valorizzazione dell’Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo che, con sette milioni di fotografie di cronaca, politica, costume, società, cultura, sport, paesaggio e architettura, realizzate tra gli anni ’30 e ’90 del Novecento in Italia e all’estero, è un racconto preciso ed emozionante della storia di quel periodo.
La mostra sarà visitabile presso la sede della GAM di Torino, dal 7 novembre 2020 al 9 gennaio 2021 e sarà composta da una selezione di foto storiche scelte da Ilaria Bonacossa, direttrice di Artissima, e Barbara Costa, responsabile dell’Archivio Storico di Intesa Sanpaolo. Sotto questo titolo eloquente, la mostra intende contribuire alla ricerca del senso più autentico di una parola la cui accezione più diffusa è oggi quella negativa associata al concetto di assembramento. Le foto selezionate si contraddistinguono per la varietà dei soggetti, a volte inaspettati, declinati in diverse situazioni e momenti storici: la folla può essere molto composta, ma anche disordinata; può essere protagonista, ma anche comprimaria; si può vedere, ma anche solo immaginare.
Il progetto espositivo sarà inoltre presente su una piattaforma digitale dedicata, ospitata su artissima.art dal 4 novembre 2020 al 9 gennaio 2021: un’interfaccia semplice e intuitiva, nella forma e nella navigazione. Un grande muro virtuale sul quale si visualizzeranno le opere selezionate, ciascuna con un testo di approfondimento sul contesto socio-politico in cui è stata scattata.
L’importante investimento su Torino e sul Piemonte di Intesa Sanpaolo, con la prossima apertura di una nuova sede delle Gallerie d’Italia in Piazza San Carlo, si affianca alla mission di Artissima, attore pubblico di primo piano della vita culturale del territorio.

JaguArt – The Italian Talent Road Show
JaguArt – The Italian Talent Road Show è un vero e proprio viaggio alla ricerca di giovani talenti delle arti visive attraverso l’Italia, nato dal dialogo tra Artissima e Jaguar Land Rover Italia.
10 città italiane, 10 concessionarie Jaguar, 10 gallerie d’arte contemporanea, 10 Accademie di Belle Arti, 10 artisti sono i protagonisti di questo progetto nato nel 2019 per supportare l’arte contemporanea emergente innescando sinergie vincenti e di lungo periodo tra tutti gli attori coinvolti.
Il progetto prevede che ogni città ospiti due eventi: il primo, in concessionaria, fondamentale per determinare, attraverso una giuria composta da Ilaria Bonacossa, direttrice di Artissima, un collezionista e un rappresentante della galleria madrina, il vincitore tra i cinque talenti in gara selezionati; il secondo presso la galleria madrina della città, che ospita una presentazione della ricerca dell’artista vincitore.
Le prime due tappe di JaguArt hanno avuto luogo a Milano nel dicembre 2019 e a Torino nel gennaio 2020. Dopo il lockdown il progetto è ripartito da Catania giovedì 24 settembre, e dopo aver coinvolto Roma, Venezia, Firenze, Genova, Napoli si avvia alla conclusione nelle città di Bologna e Brescia.
I dieci artisti vincitori delle dieci tappe faranno parte di un progetto espositivo collettivo presentato presso la GAM di Torino dal 7 novembre 2020 al 9 gennaio 2021 in occasione di Artissima Unplugged.
JaguArt si pone l’obiettivo di sottolineare quanto il legame tra la tradizione e l’innovazione sia uno dei temi centrali dei nostri tempi. Il dialogo tra passato e futuro è alla base sia dell’approccio strategico di Jaguar Land Rover, sia della posizione dell’arte nei confronti della società contemporanea; infatti, questo binomio rappresenta una parte fondamentale dell’impostazione formativa che ogni Accademia implementa, insegnando agli artisti contemporanei l’opera dei grandi maestri.

Artissima alle OGR con un’opera video
Dal 5 al 15 novembre, al Binario 2 delle OGR Torino, sarà allestita un’importante opera video di Natália Trejbalová – About Mirages and stolen Stones (2020) – che indaga il rapporto tra arte e tecnologia. Il progetto è frutto della collaborazione tra OGR e Artissima e rientra nell’ambito del programma di Biennale Tecnologia, festival promosso dal Politecnico di Torino dal 12 al 15 novembre. Il video dialogherà con il lavoro dell’artista Trevor Paglen in mostra alle OGR Torino con Unseen Stars, curata da Ilaria Bonacossa con Valentina Lacinio, visitabile sino al 10 gennaio 2021: un laboratorio aerospaziale in cui tre satelliti specchianti “non funzionali” e una serie di strutture sopraelevate simili a impalcature scandiscono la navata del Binario 1.

Torino Social Impact Art Award
Artissima conferma il proprio impegno a favore dei giovani artisti con un programma di residenza che ha visto i due vincitori della prima edizione del Torino Social Impact Art Award – Caterina Erica Shanta (Germania, 1986) e Liryc Dela Cruz (Filippine, 1992) – soggiornare dall’1 al 26 settembre a Torino presso Combo, l’ostello inaugurato a gennaio 2020 in Corso Regina Margherita 128.
Torino Social Impact Art Award è un progetto che ha l’obiettivo di favorire talenti dal background multiculturale e migratorio, ideato e curato da Artissima e promosso da Torino Social Impact, l’ecosistema per l’imprenditorialità ad impatto sociale, in collaborazione con Combo e con il supporto della Fondazione Compagnia di San Paolo.
Caterina Erica Shanta e Liryc Dela Cruz sono stati ospitati nel capoluogo piemontese per realizzare due opere video incentrate sui cambiamenti sociali che stanno trasformando il volto della città e sul tema “Quante Italie?”, titolo e focus di questa prima edizione del premio. Le opere realizzate verranno presentate nella sede di Combo in occasione della ventisettesima edizione di Artissima, dal 5 all’8 novembre 2020.
Caterina Erica Shanta ha dato vita a un progetto di cinema collettivo dal titolo Talking about visibility; Liryc Dela Cruz con Il Mio Filippino: Invisible Bodies, Neglected Movements ha posto al centro della propria ricerca la comunità filippina di Torino.
Guidati e supportati in remoto da Danilo Correale, co-tutor dei residenti insieme alla curatrice indipendente Anna Daneri e alla storica dell’arte Vittoria de Petra, i due artisti hanno raccontato attraverso le loro opere la società contemporanea di Torino, emblematica di un Paese in trasformazione, ponendo a confronto i propri sfaccettati e inediti punti di vista con lo stimolante contesto della città e con le sue espressioni culturali e sociali più significative.
I vincitori sono stati selezionati da un comitato composto da Ilaria Bonacossa, direttrice di Artissima, da Mario Calderini, docente del Politecnico di Milano e portavoce di Torino Social Impact, da Antonio Damasco, direttore della Rete Italiana di Cultura Popolare, da Danilo Correale, artista, e da Anna Daneri, curatrice.
Combo, partner del progetto, è un format innovativo che unisce all’idea di accoglienza una programmazione culturale aperta alla sperimentazione. Il confronto quotidiano con l’eterogenea comunità che abita e frequenta gli spazi di Combo e la vicinanza sinergica con il quartiere storicamente multietnico di Porta Palazzo, ha permesso agli artisti in residenza di assorbire nuovi stimoli e ispirazioni.
La comune vocazione alla sperimentazione ha portato Artissima e Torino Social Impact a concepire questo progetto con l’obiettivo di allargare il perimetro d’azione dell’innovazione sociale all’arte contemporanea. Focalizzandosi sul multiculturalismo, il premio vuole aprire scenari inaspettati e creare, attraverso lo sguardo degli artisti vincitori, nuove relazioni capaci di superare ogni tipo di muro, sia esso fisico, ideologico o culturale.

Artissima // Artissima è la principale fiera d’arte contemporanea in Italia. Sin dalla sua fondazione nel 1994, unisce la presenza nel mercato internazionale a una grande attenzione per la sperimentazione e la ricerca.
La fiera è curata da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei. Il marchio di Artissima appartiene a Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Città di Torino. La ventisettesima edizione di Artissima viene realizzata attraverso il sostegno dei tre Enti proprietari del marchio, congiuntamente a Fondazione CRT, Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, Fondazione Compagnia di San Paolo e Camera di commercio di Torino.
Artissima si propone quest’anno in una formula unplugged, dilatata nei tempi e negli spazi, che riunisce esposizioni fisiche realizzate con Fondazione Torino Musei e progetti digitali.

INFO

Artissima Unplugged @GAM @Palazzo Madama @MAO
Apertura al pubblico
7 novembre 2020 – 9 gennaio 2021
@GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea
Via Magenta 31, Torino
@Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica
Piazza Castello, Torino
@MAO Museo d’Arte Orientale
Via San Domenico 11, Torino
Artissima Unplugged @Digital
Artissima XYZ (xyz.artissima.art)
3 novembre – 9 dicembre 2020
Catalogo online (artissima.art)
5 novembre – 9 dicembre 2020


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
#studiovisitonline: BENIAMINO SAIBENE