DETTAGLI ALLEGATO Norvegia_Munch_photo-credits-museoMUNCH_per_docufilm-Munch.-Amori-fantasmi-e-donne-vampiro.jpg 5 Novembre 2022

Novembre Nordico. Tracce nordiche a Roma

Fino al 30 novembre Roma riscopre le sue radici nordiche con Novembre Nordico.

Tracce nordiche a Roma promosso dalle Ambasciate di Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia, il Circolo Scandinavo e i quattro Istituti culturali e scientifici nordici: l’Accademia di Danimarca a Roma, l’Istituto di Finlandia a Roma, l’Istituto di Norvegia in Roma, l’Istituto Svedese di Studi Classici a Roma, che si uniscono in questa occasione per divulgare un ricco programma di iniziative per valorizzare il legame storico dei Paesi Nordici con la città di Roma e per creare nuovi momenti di scambio attraverso mostre, talk, concerti, il Nordic Film Fest, e le case di illustri personaggi storici aperte al pubblico.

Novembre Nordico. Tracce nordiche a Roma offre una panoramica della cultura nordica, più di 20 eventi in tutta la città di Roma, spaziando tra l’architettura, l’arte visiva, la poesia, la musica, la ricerca, il cinema con il Nordic Film Fest.

Saranno a Roma artisti, registi, ricercatori, accademici e musicisti nordici per presentare i loro lavori, e verranno anche celebrate figure storiche di rilievo: da artisti come Edvard Munch, Bertel Thorvaldsen e i salotti culturali internazionali storici, come quello a Villa Lante a fin-de-siècle, alla Regina Cristina di Svezia, con mostre e appuntamenti.
La rassegna è inoltre occasione per raccontare numerosi luoghi a Roma particolarmente importanti per gli esponenti del mondo nordico come il Cimitero Acattolico, Palazzo Corsini, Palazzo Capranica, Villa Lante. Attraverso una mappa interattiva online è possibile riscoprire le tracce nordiche in città, una guida nel programma e nei luoghi di Novembre Nordico.

Il programma si è aperto il 2 novembre con la mostra Architect Sigurd Lewerentz’ Italian journey 1922, a cura dell’Istituto Svedese di Studi Classici a Roma che, in occasione dell’inaugurazione introduce l’esposizione con una lecture di Erik Törnkvist e Malin Belfrage. I due architetti svedesi mostreranno le proprie foto in relazione a quelle scattate da Sigurd Lewerentz durante i suoi viaggi in Italia nel 1922. La mostra prosegue fino al 30 novembre.

Il 7 novembre la pianista danese Maria Bundgård si esibirà negli spazi dell’Accademia di Danimarca a Roma con un concerto di musica virtuosa, costituito dai migliori assoli di pianoforte di uno dei massimi compositori romantici della storia: Sergej Rachmaninov.
Il 7 e 8 Novembre in diversi cinema di Roma verrà proiettato il docufilm Munch. Amori, fantasmi e donne vampiro, dedicato a Edvard Munch (Løten, 1863 – Oslo, 1944) in vista dei 160 anni dalla nascita del celebre artista, di cui ricorrerà l’anniversario nel 2023. Il docufilm, diretto da Michele Mally, intende gettare nuova luce su Munch, ma anche essere un viaggio attraverso la sua Norvegia, alla ricerca delle radici e dell’identità di un artista universale.

Fino all’11 novembre sarà possibile visitare gratuitamente la mostra Un salotto famoso in tutta Europa – Nadine Helbig a Villa Lante. L’Istituto di Finlandia a Roma dedica una mostra a Nadine Helbig, che a fine ottocento ha trasformato Villa Lante in un salotto culturale internazionale. Nadine era conosciuta da tutti gli artisti e intellettuali del suo tempo: da Liszt a Wagner, a Niels Ravnkilde, Edvard Grieg e Axel Munthe . Il 9 novembre si terrà anche il concerto di pianoforte a quattro mani “Grieg a Roma” dai pianisti Morten Fagerli, (Norvegia) e Jónína Erna Arnardóttir (Islanda), per far conoscere al pubblico romano la musica di compositori nordici quali il norvegese Edvard Grieg (1843-1907), e il finlandese Jean Sibelius (1865-1957).
Dal 14 al 30 novembre Villa Lante al Gianicolo apre le porte al pubblico, sede dell’Istituto di Finlandia a Roma dal 1954. Sarà organizzata anche una giornata Open Studio dell’artista finlandese Tuula Närhinen, attualmente in residenza nell’atelier dell’Istituto. Porte aperte anche alla residenza dell’Ambasciatore di Svezia a Roma il 18 novembre per un evento di arte, design, performance, accompagnato da un aperitivo natalizio svedese. Un viaggio all’interno del palazzo di fine ‘800 tra personalità svedesi che hanno lasciato tracce visibili nella storia italiana, come la Regina Cristina, una donna amata e controversa che cambiò la scena culturale di Roma nella seconda metà del XVII secolo.
Giunge alla sua undicesima edizione il NORDIC FILM FEST. La rassegna che promuove il cinema dei Paesi Nordici, si è affermata nel panorama romano e nazionale come appuntamento imperdibile della stagione cinematografica. A cura delle quattro ambasciate nordiche presenti in Italia (Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia) e con la collaborazione del Circolo Scandinavo quest’anno il NORDIC FILM FEST 2022 si svolgerà alla Casa del Cinema di Roma il 19 e 20 novembre, il 25 novembre al Cinema Nuovo Sacher e online su piattaforma Festival Scope il 13 e il 16 novembre tra cui da non perdere il nuovo film di Zaida Bergroth Tove: un avvincente dramma sull’energia creativa di un talento iconico e sulla sua turbolenta ricerca di identità, desiderio e libertà. Verranno presentati film in anteprima o inediti in Italia, la rassegna è realizzata in collaborazione con i Film Institutes dei rispettivi Paesi. La manifestazione aderisce al Circuito dei Festival Indipendenti di CNA Roma finanziato da Fondazione Cinema per Roma. Le proiezioni saranno in lingua originale con sottotitoli in italiano. Tra le pellicole il 20 novembre verrà presentato: Sonja – the white swan presso la Casa del Cinema. Il film racconta la storia di una delle più grandi atlete del mondo e inventrice del pattinaggio artistico moderno, Sonja Henie, che decide di andare a Hollywood nel 1936 per diventare una star del cinema. Il 25 novembre parte del cast presenterà il nuovo film: War Sailor presso il Cinema Nuovo Sacher. Il film racconta le vicende di due marinai norvegesi che cercano di sopravvivere, sperando di poter rivedere le loro famiglie, quando un sommergibile tedesco attacca la loro nave mercantile allo scoppio della seconda guerra mondiale.
Il 22 novembre a Palazzo Altemps e in collaborazione con Parchi Letterari e la Reale Ambasciata di Norvegia, si celebra Sigrid Undset: la scrittrice più famosa della Norvegia (1882-1949), ha vissuto a Roma per diverso tempo, affascinata dalla Città Eterna aveva a Via Frattina il suo alloggio fisso; ha scritto romanzi, racconti, saggi, testi autobiografici e anche qualche poema e opera teatrale, oltre che premio Nobel nel 1928 per la sua rappresentazione del Medioevo scandinavo. Il Parco Letterario è stato inaugurato a Lillehammer questa primavera su iniziativa de I Parchi Letterari, una parte della Società Dante Alighieri, dell’Ambasciata di Norvegia e del Comune di Lillehammer insieme ai musei Sigrid Undset.

Il 24 novembre l’Ambasciata di Danimarca celebra Bertel Thorvaldsen, il più grande scultore danese di tutti i tempi, con una talk guidata da Paolo Giulierini, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli con la ricercatrice Giulia Longo, dell’Università di Copenaghen.

Dal 25 novembre l’Ambasciata di Finlandia mette in mostra Digibird, personale dell’artista finlandese Soile Yli-Mäyry. La pittrice ha tenuto circa 300 mostre personali in 30 paesi come Giappone, Cina, India, America Latina, Stati Uniti e molti paesi europei, soprattutto in Italia e in Francia.

All’interno del programma anche corsi di lingua e presentazioni della cultura nordica a 360°.
Il 19 novembre sarà la volta della Finlandia, e il 26 novembre l’Istituto Culturale Nordico presenta l’insegnamento delle lingue nordiche e l’organizzazione di seminari e laboratori sulla cultura nordica come Figure femminili nelle iscrizioni runiche di Epoca Vichinga. Le
Rune e l’Epoca Vichinga sono tra le espressioni più peculiari della cultura nordica antica e da sempre affascinano l’immaginario collettivo, che però talvolta ne trasfigura l’essenza restituendone una visione parziale. Il binomio rune-vichinghi, inoltre, è amplificato dal fatto che proprio durante quella fase storica vennero realizzate migliaia di iscrizioni: monumenti pubblici pensati per celebrare i defunti, ma che servivano anche come affermazione di potere da parte delle famiglie di origine.

Rimanendo in tema di dialogo il 25 novembre, il Circolo Scandinavo, in collaborazione con NABA Nuova Accademia di Belle Arti, invita i rappresentanti di diversi programmi di residenze d’artista, sia romani che nordici, a riflettere insieme ad artisti e studenti sulla residenza del futuro. Nordic talk: Foreign artists traveling to Rome sarà un’occasione per affrontare temi come la sostenibilità dei viaggi, il rispetto per l’ambiente, la produzione e la condivisione delle opere degli artisti in residenza.

Il 28 novembre ricorre il 500mo anniversario della morte dell’ arcivescovo norvegese Erik Valkendorf a Roma. Personaggio prolifico e poliedrico, Valkendorf ha svolto un ruolo importante nella cultura politica, ecclesiastica e intellettuale in Danimarca e in Norvegia all’inizio dell XVI secolo. Per commemorarlo, si svolgono due eventi: inaugurazione di una targa commemorativa nella chiesa S. Maria dell’Anima il 28 novembre, e un simposio accademico presso l’Istituto di Norvegia il 29 novembre

INFO

Novembre Nordico -Tracce nordiche a Roma
2 – 30 novembre, Roma – sedi varie
https://novembrenordico.com/

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Quanto Ben ti voglio? Alla Galleria Nazionale di Roma