Alexander Calder “Flying Dragon” a Parigi

Gagosian Paris presenta la scultura monumentale di Alexander Calder “Flying Dragon” (1975). L’opera sarà in mostra in Place Vendôme a partire dal 19 ottobre.

L’installazione segna l’apertura della nuova galleria di Gagosian in rue de Castiglione e fa parte di FIAC Hors les Murs, che presenta opere d’arte in spazi pubblici emblematici in tutta la città.
La nuova galleria, a pochi passi da Place Vendôme, aprirà con una mostra dedicata alla storia e all’importanza di
Drago volante.

L’ARTISTA

Alexander Calder (1898-1976) – la cui opera comprende scultura, pittura, disegno, incisione e gioielli, tra gli altri media – ha sviluppato un magistrale vocabolario visivo che affronta l’interazione tra natura e astrazione, immobilità e movimento, monumentalità ed effimero. È famoso per la sua invenzione del “mobile”, un termine coniato da Marcel Duchamp per questi oggetti i cui elementi astratti sospesi si muovono e si equilibrano in una mutevole armonia.
Le opere stazionarie sono state soprannominate “stabiles” da Jean Arp. Negli ultimi decenni della sua vita, Calder si dedicò sempre più alla realizzazione di sculture all’aperto su larga scala.

FLYING DRAGON

L’opera del 1975 esemplifica la capacità di Calder di investire un potente dinamismo visivo nel suo lavoro indipendentemente dalla scala – è tra le ultime opere monumentali da lui realizzate. La sorprendente scultura si trasforma se vista da diverse angolazioni. Costruito in lamiera, è fisicamente pesante ma appare delicato a causa dei suoi limitati punti di contatto con il suolo.
Nel 1975, appena un anno prima della sua morte, Calder era energicamente impegnato in molteplici progetti su larga scala. Questi includevano una scultura monumentale per la città di Gerusalemme (Jerusalem Stabile
,completed and installed in 1976); L’Araignée Rouge, una commissione per il quartiere degli affari di Parigi LaDéfense (completato e installato nel 1976); e l’attuale stabile monumentale, Flying Dragon,

Il Flying Dragon incarna il genio compositivo di Calder.
Fondendo linee eleganti con forme semplici e colori vibranti, è una forma distintiva ed evocativa che attiva lo spazio elegante che la circonda. A causa delle sue dimensioni enormi, lascia agli spettatori la sensazione di un essere ultraterreno intriso di forza leggendaria.

Calder ha prodotto due maquette per l’opera. La più grande dei due è conservata nella collezione dell’Art Institute of Chicago; quello più piccolo, di colore nero, sarà in mostra come parte del mostra inaugurale nel nuovo spazio di Gagosian in rue de Castiglione.
Le opere selezionate di Calder saranno presentate anche nella sede della galleria, in rue dePonthieu.

INFO

CALDER
Flying Dragon, 1975
Dal 19 ottobre al 2 Gennaio 2022
Place Vendôme, Paris


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
#leparolechiave: CLAUDIA LOSI