Libri: SHUNGA – Immagini del desiderio nell’arte erotica del Giappone di ieri e di oggi di ELISABETTA SCANTAMBURLO

SHUNGA è un viaggio nel mondo dell’erotismo giapponese. Un volume interessante, edito da NuiNui, che ti trasporta in un mondo utopico, fatto di fantasie, desiderio e piacere.

L’autrice, Elisabetta Scantamburlo, è riuscita a creare una narrazione completa che, dal periodo Edo (1603-1868) fino ai giorni nostri, racconta in modo elegante e approfondito di arte, di cambiamenti sociali e culturali

Questo libro dedicato all’arte erotica giapponese e alle stampe in particolare è strutturato per temi, in base agli ambienti e argomenti che fanno da soggetto alle varie opere: voyeurismo e omosessualità, giocattoli erotici e animali, genitali e mostri, violenza e stranieri, famiglia e sesso all’aperto; l’ultimo capitolo tratteggia l’evoluzione di uno dei temi più famosi degli shunga in alcune opere contemporanee, dalla pittura ai manga, dagli anime ai videogiochi. Molti gli spunti interessanti, che offrono al lettore una nuova prospettiva per apprezzare al meglio le stampe.

La sezione introduttiva analizza il contesto storico, sociale e culturale in cui quest’arte si è sviluppata: centri di piacere e ruolo delle donne, associazioni letterarie e gusto per la parodia, fruitori del genere erotico e censura, ricezione degli shunga in Occidente e aspetti tecnici. Nella parte finale, un glossario e una sezione dedicata alla lettura dell’immagine e alla simbologia aiutano a comprendere il significato di alcuni motivi particolari e di elementi specifici della cultura giapponese, per comprendere più facilmente i contenuti meno immediati.

Per me gli shunga sono pornografia realizzata con la tecnica e la bellezza stilistica dell’artigianato. Non voglio chiamarla Arte. Se la chiamassi Arte il piacere “sporco” di queste immagini svanirebbero.

Toshio maeda

400 immagini di altissima qualità che coprono un’ampia gamma di artisti, stili, soggetti e periodi.
Uno spaccato di grande efficacia, con contenuti facilmente comprensibili grazie alle spiegazioni degli elementi e motivi simbolici.

L’AUTRICE

ELISABETTA SCANTAMBURLO è ricercatrice nel campo delle arti giapponesi. Traduttrice e curatrice di volumi sull’argomento, dopo la laurea in Lingua e Letteratura Giapponese con indirizzo artistico presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia ha ottenuto un dottorato in Civiltà dell’India e dell’Asia Orientale, indagando le influenze dello zen sulle arti occidentali del XX secolo e svolgendo ricerche anche presso l’Università Keio di Tōkyō. Oltre ad aver curato numerose esposizioni di arte contemporanea e design, collaborando con diverse gallerie, ha partecipato all’organizzazione di alcune tra le più importanti mostre sull’arte giapponese tenutesi a Palazzo Reale a Milano: Hokusai (1999), Ukiyo-e. Il mondo fluttuante (2004) e Giappone. L’arte del mutamento (2005). Ha scritto vari articoli sull’arte sia giapponese sia occidentale contemporanea ed è co‑autrice del volume L’arte del manifesto giapponese (2021). Ha un master per l’insegnamento e la promozione della lingua italiana. Traduce anche libri per bambini.

INFO

Shunga – Immagini del desiderio nell’arte erotica del Giappone di ieri e di oggi
ELISABETTA SCANTAMBURLO
Editore: Nui Nui
Formato: 22,5 × 28 cm
Cartonato con dorso in tela
Numero di pagine: 304
ISBN: 9782889750252



HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
PAC Milano proseguono i PerformingPAC – MADE of SOUND