Torna il Premio di direzione d’orchestra “Guido Cantelli”: da domani al via l’undicesima edizione

Alla Città di Novara viene restituito un pezzo della sua storia. A quarant’anni dalla sua ultima edizione e in occasione del centenario della nascita del direttore novarese Guido Cantelli, scomparso a soli trentacinque anni nell’incidente aereo di Orly del 1956, torna infatti il Premio internazionale di direzione d’orchestra “Guido Cantelli”, che in questo 2020 conta la sua XI edizione e viene riproposto grazie all’iniziativa del Teatro Coccia di Novara e del suo direttore Corinne Baroni, in collaborazione con il Comune di Novara.

Sono provenienti da Italia, Spagna, Svizzera, Germania, Olanda, Gran Bretagna, Singapore, Taiwan, Bielorussia e Stati Uniti i diciotto candidati, selezionati tra le 206 domande giunte da 38 paesi e 4 diversi continenti, in concorso per l’ambito Premio che in passato ha lanciato la carriera di insigni direttori, come Riccardo Muti, Eliahu Inbal, Ádám Fischer e Lothar Zagrosek, presenti per questa edizione nel Comitato d’onore, insieme al Ministro ai Beni Culturali Dario Franceschini, al Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, al Sindaco del Comune di Novara Alessandro Canelli, al Rettore dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale Gian Carlo Avanzi, al Presidente della Fondazione “Gioachino Rossini” Gianni Letta e a Leonardo Cantelli, figlio del Maestro.

Il concorso si svolgerà al Teatro Regio di Torino da domani, 8 settembre, al 12 settembre, con la finale prevista per domenica 13 al Coccia. Tutti under 35, i giovani maestri in concorso affronteranno varie prove sul podio dell’Orchestra del Regio in una competizione organizzata nel pieno rispetto delle norme per tutelare la salute dei partecipanti, dell’orchestra, dei giurati e di tutti gli operatori coinvolti; per questo la finale non sarà aperta al pubblico, ma verrà trasmessa in streaming sui canali social del Premio e su un maxischermo in Piazza Puccini a Novara.

La giuria, presieduta da Donato Renzetti, ultimo vincitore del Premio Cantelli nel 1980, è composta da personalità artistiche e culturali quali Gabriel Chmura (Medaglia d’oro Premio Cantelli, Direttore artistico dell’Opera di Poznan e Primo Direttore Ospite della Filarmonica di Cracovia), il pianista Nazzareno Carusi, José Luis Gómez (Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica di Tucson), Sebastian F. Schwarz (Sovrintendente e Direttore Artistico del Teatro Regio di Torino), Didier de Cottignies (Direttore Artistico dell’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo), Christoph Becher (Direttore della RSO – Orchestra Sinfonica della Radio di Vienna ORF), Sophie de Lint (Direttore dell’Opera Nazionale di Amsterdam) e i direttori d’orchestra Matteo Beltrami, Jordi Bernàcer e Antonino Fogliani, che si sono anche occupati della preselezione dei candidati.
Tra le novità di questa edizione figura un nuovo premio, del valore di 1.500 euro, che verrà assegnato dai professori d’orchestra del Regio, sostenuto dagli Amici del Teatro Regio, che si aggiunge a Primo Premio, Premio della Critica, Premio della Città, Premio Giovani, Premio Made in Italy e agli altri riconoscimenti in scritture artistiche offerti da prestigiose istituzioni internazionali, come la Fondazione Teatro Coccia, il Teatro Regio di Torino, la Fondazione Arturo Toscanini di Parma, l’ORT-Orchestra della Toscana, il Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica di Tucson, la RSO–Orchestra Sinfonica della Radio di Vienna ORF e l’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo. Infine, il vincitore del Premio Cantelli sarà invitato a dirigere una produzione speciale al Rossini in Wildbad – Belcanto Opera Festival.

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
HESTETIKA Vol. 7