Simone Tonin debutta alla guida dell’Orchestra Sinfonica di Milano per il concerto “La buona novella” di De André

Stasera e domani, 1 e 2 dicembre alle ore 21, all’Auditorium di Milano il giovane fondatore e direttore della Gaga Symphony Orchestra Simone Tonin debutta alla guida dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi per il concerto “La buona novella”, omaggio arrangiato in chiave sinfonica dallo stesso Tonin al celebre album di Fabrizio De André, interpretato dal cantautore bergamasco The Andre.

Il concerto, che ben s’introduce per tematica nelle imminenti festività natalizie, si inscrive nell’ambito della rassegna POPs, ormai un classico grazie al quale laVerdi si propone di far vivere l’esperienza d’ascolto tipica della musica classica a chi non è abituato alla dimensione sinfonica, così come far approfondire al suo pubblico repertori di generi diversi.

È con questo spirito che “La buona novella” arriva all’Auditorium di Largo Mahler con un concerto dedicato al concept album pubblicato cinquantun anni fa a firma del grande Fabrizio De André, che conta brani iconici come “Il testamento di Tito”, “Il sogno di Maria”, “Tre madri”. Ispirato dalla lettura di alcuni Vangeli apocrifi, è stato giudicato dallo stesso Faber “uno dei suoi lavori più riusciti, se non il migliore”; e ancora “La Buona Novella voleva essere un’allegoria che si precisava nel paragone fra le istanze migliori e più sensate della rivolta del ’68 e istanze, da un punto di vista spirituale sicuramente più elevate ma da un punto di vista etico sociale direi molto simili, che un signore 1969 anni prima aveva fatto contro gli abusi del potere, contro i soprusi dell’autorità, in nome di un egalitarismo e di una fratellanza universali. Si chiamava Gesù di Nazaret e secondo me è stato ed è rimasto il più grande rivoluzionario di tutti i tempi”, diceva De André.

A interpretare questo straordinario lavoro l’under 30 The Andre, artista ponte tra i gusti musicali delle nuove generazioni e la poetica del cantautore genovese. Alberto – questo il nome all’anagrafe – ha, infatti, cantato e riscritto i più grandi successi trap con la voce e la poetica di Fabrizio De André, raccontando la nuova musica e muovendosi tra il colto e il giocoso, unendo due generazioni di cultura pop italiana.

E per la prima volta l’LP di De André viene proposto riarrangiato in chiave sinfonica grazie al lavoro del giovane compositore e direttore d’orchestra Simone Tonin, classe 1992, chiamato a salire sul podio de laVerdi per queste due serate d’eccezione. I suoi lavori orchestrali e cameristici sono eseguiti da ensemble e orchestre internazionali, e all’attivo conta con la Gaga Symphony Orchestra – fondata insieme alla direttrice artistica Sara Prandin – più di cento concerti, sia in Italia che all’estero, oltre a prestigiose collaborazioni con grandi artisti della scena pop internazionale come Patty Pravo, Chiara Galiazzo, Michele Bravi, Francesco De Gregori e tanti altri.

“La buona novella” replica quindi domani, sempre ore 21, all’Auditorium di Milano.

INFO

www.laverdi.org


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Monet e gli Impressionisti. Capolavori dal Musée Marmottan Monet di Parigi a Palazzo Albergati di Bologna