Lo Studio Matteo Thun Milano firma la prima poltrona per Désirée: Rito

È la prima poltrona che porta la firma di Matteo Thun e Antonio Rodriguez, con cui Désirée collabora da tempo su importanti progetti di arredo, per lo più divani di grande successo.

Si tratta di RITO, la nuova seduta che coniuga con maestria gli opposti, giocando su un interessante combinazione tra la leggerezza ed essenzialità della struttura in tondino metallico e la morbidezza e generosità dell’imbottitura su cui accomodarsi. Un magnifico esempio di “sofisticata semplicità” che si rifà al concept che origina da tre parole chiave: lightness, simplicity e clean shape.

La sua silhouette sembra volare, la forma è compatta e delicata allo stesso tempo. Le linee pulite e la struttura in metallo superleggera sono contrastate da un morbido cuscino, che le conferisce un aspetto semplice, ma elegante. L’intrigante gioco degli opposti prosegue se la si guarda da diverse angolazioni: solida e protagonista dello spazio se osservata da davanti, risulta sottile e affusolata se apprezzata lateralmente.

RITO è una poltrona pensata per offrire comfort sia per una pausa lunga che per una breve: l’inclinazione dello schienale, orientato all’indietro, le conferisce un invitante aspetto avvolgente, che invita al relax. Progettata per ogni ambiente della casa, dal living alla zona notte come complemento d’arredo funzionale ed estetico, RITO evoca una naturale sensazione di esterno grazie alla semplice struttura metallica, che riprende la silhouette dei prodotti outdoor senza comprometterne il comfort. La sua versatilità di fruizione è data anche dai volumi compatti e dall’assenza di braccioli, che la rendono adatta ad ogni tipo di spazio, anche i meno ampi.

Disponibile in diversi colori, tessuti e pelle, la seduta di RITO è in piuma e poliuretano a densità differenziata con esclusivo sistema di sostegno a doghe, in fodera di tela antipiuma, ‎completamente sfoderabile. La base metallica è verniciata in color opaco bronzo.

INFO

www.gruppoeuromobil.com


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
HESTETIKA Vol. 8