#studiovisitonline: CLAUDIA LA BIANCA

Proseguono anche in questa Fase 2 dell’emergenza pandemica gli Studio Visit on line dove, in maniera virtuale, entriamo nei luoghi all’interno dei quali gli artisti realizzano, in questo periodo di emergenza, le loro idee creative e chiacchieriamo un po’ con loro della loro arte, delle varie opere, del particolare momento in cui stiamo vivendo e scopriamo quale è il loro Manuale di sopravvivenza alla quarantena e alla Fase 2.

L’appuntamento di oggi è con: CLAUDIA LA BIANCA

IL VIDEO 

LA GALLERY 

CHI E’ CLAUDIA LA BIANCA

Claudia La Bianca è cresciuta in Sicilia a Bagheria.
In Sicilia Claudia ha realizzato i suoi primi murales e ha sviluppato l’intensa passione per la pittura che successivamente l’ha spinta a diventare la Queen della Street Art a Miami.

Studia fashion design presso l’Istituto d’Arte in Sicilia, si laurea e si è trasferisce a Miami, un focolaio di cultura che le offre un hub unico nel mondo dell’arte lavorando come artista di storyboard, nonché costumista e scenografa.

Nel novembre 2004 si trasferisce a New York City dove studia cinema alla New York Film Academy, ampliando il suo dialogo con le arti visive.
Nel 2007, è stata una delle finaliste del programma televisivo basato sulla competizione per cineasti “ON THE LOT”, prodotto da Steven Spielberg e Mark Burnett.

Claudia ha continuato a dirigere e produrre un vasto numero di spot pubblicitari nazionali, video musicali, cortometraggi e ha appena completato il suo secondo lungometraggio, “THE JOURNEY OF A DRAGONFLY”.

Nel 2006 torna a Miami e si fa strada lasciando un segno riconoscibile nel mondo dell’arte. Un segno tangibile della sua arte lo si può vedere nel quartiere artistico di Wynwood, dove i suoi murales sono fiorenti dietro ogni angolo. I suoi sono ritratti di donne incredibilmente sexy e fiduciose che richiedono rispetto, legando le sue filosofie all’empowerment e forti ambizioni insieme.

Negli ultimi anni ha dipinto importanti opere per la prossima top model americana, il festival musicale III points, Art Basel e lo stadio Miami Marlins. Il suo portafoglio comprendeva installazioni in tutta Italia e a Filadelfia, New York e Los Angeles.

Durante la pandemia di Covid-19 ha realizzato un murales di oltre trenta metri dipinto sulla parete di uno degli ospedali più grandi al mondo: il Jackson Memorial Hospital, a Miami in Florida. Il titolo dell’opera è ‘Our Heroes’ (I nostri eroi) ed è dedicato a medici, infermieri, assistenti sociali, addetti alle pulizie, ossia coloro che mandano avanti gli ospedali e salvano vite.

WEB & SOCIAL

http://claudialabianca.com/
https://www.instagram.com/claudialabianca
https://www.youtube.com

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
TERRA MIA il cortometraggio di Ilaz e Federico De Manachino