Libri: MARINELLA SENATORE

Vent’anni di attività attraverso un intreccio di informazioni biografiche ed espositive, e una ricca selezione di sue opere, costituendo un nuovo e importante contributo alla letteratura a lei dedicata. Questo è il focus della prima monografia sull’artista Marinella Senatore.

Il volume cronologico, curato da Ilaria Bernardi, presenta il primo esame sistematico e completo del percorso di Marinella Senatore, dal suo esordio nei primi anni Duemila a oggi.

Edita da Silvana Editoriale nel dicembre 2022, coincide con i dieci anni della SOND – The School of Narrative Dance, la scuola nomade fondata nel 2012, e per la quale l’artista è acclamata internazionalmente.

L’IDEA

L’idea di realizzare una monografia risale a più di due anni fa e nasce da un più lungo dialogo tra la curatrice e l’artista sviluppato anche attraverso alcuni precedenti testi, mostre e collaborazioni.

LE SEZIONI

Il volume si basa altresì su un lungo periodo di studio e di ricerche d’archivio da cui derivano le tre diverse sezioni di cui si compone: il saggio critico, la cronologia corredata da una ricca selezione di fotografie e la bibliografia selezionata.
Il saggio critico analizza approfonditamente il lavoro dell’artista, intrecciandolo anche con il contesto artistico e culturale in cui Senatore ha operato nel corso della sua attività, individuandone altresì alcune fonti iconografiche e teoriche, nonché i principali concetti che lo rendono coerente e riconoscibile.
La cronologia prende in esame gli anni compresi tra il 2003, anno in cui Senatore data l’inizio del suo lavoro come artista visiva, e il 18 settembre 2022, data della conclusione del Festival Alliance des Corps.
Carte blanche à Marinella Senatore tenutosi al Palais de Tokyo per celebrare il decimo anniversario della SOND. La cronologia procede per anni e include mostre personali e special commissions, mostre collettive, rassegne, video screenings, residenze, premi, così da delineare il suo percorso professionale mediante le attività pubbliche che ne hanno segnato la crescita di importanza a livello nazionale e internazionale.

La scelta di impostare la cronologia non tanto sulle opere quanto sulle attività pubbliche è volta a sottolineare ciò che maggiormente differenzia Marinella Senatore dagli artisti suoi coetanei: la grande quantità e qualità di occasioni espositive a cui è stata invitata a partecipare non solo in Italia ma soprattutto all’estero (tra cui numerose biennali), indice di un riconoscimento internazionale sempre più solido.

Il volume si conclude con una bibliografia selezionata, aggiornata ad oggi, relativa ai più rilevanti cataloghi di mostre personali e collettive, nonché a interviste e articoli di particolare rilievo.

Il mio dialogo con Marinella Senatore si è sviluppata negli anni, anche attraverso alcuni testi, mostre e collaborazioni, sino alla pubblicazione di questo volume che si propone di offrire un completo ed esaustivo excursus storico della sua ricerca.

Con questa pubblicazione Ilaria Bernardi delinea un unicum nella letteratura dedicata ad artisti italiani della generazione di Marinella Senatore, proponendo una monografia dal taglio retrospettivo, svincolata da una mostra, basata su ampie ricerche d’archivio, su una contestualizzazione storico-artistica, su uno studio delle fonti, e su un assiduo dialogo con l’artista, alla stregua di quanto si è sovente fatto in alcune monografie di artisti delle generazioni passate ormai storicizzate. L’obiettivo di Ilaria Bernardi è quello di fornire una prima analisi
scientificamente approfondita sull’opera dell’artista e, di conseguenza, di concorrere a una alquanto necessaria storicizzazione del presente.

L’ARTISTA

Marinella Senatore (Cava de’ Tirreni, 1977) è un’artista multidisciplinare, con una formazione in musica, belle arti e cinema. La sua pratica è caratterizzata da una forte dimensione collettiva e partecipativa; il suo lavoro fonde insieme forme di resistenza e dialetti locali con la cultura popolare, la danza, la musica, gli eventi di massa e l’attivismo. Attraverso vari momenti di incontro, Senatore riconsidera la natura politica delle formazioni collettive e offre al pubblico un’opportunità per generare un cambiamento sociale.
Le sue opere e performance sono state esposte e commissionate da istituzioni italiane e internazionali, tra le quali si ricordano: Kunsthaus Zürich; MAXXI; Palais de Tokyo; Schirn Kunsthalle; Museum of Contemporary Art of Chicago; High Line, NY; Berlinische Galerie; Kunsthalle Sankt Gallen; Faena Art Forum; Bozar; Petach Tikva Museum; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo; Serpentine Gallery; CCA Tel Aviv; Museo Madre; Musée d’art contemporain de Montréal; ICA, Richmond; BAK Utrecht; Centro de Arte Dos de Mayo; Palazzo Grassi; Museo Boijmans Van Beuningen; Moderna Museet.

LA SCRITTRICE

Ilaria Bernardi (Pescia, 1985) è curatore e dottore di ricerca in storia dell’arte.
Tra le sue precedenti collaborazioni, ha lavorato, tra gli altri, con Germano Celant e, al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, con Carolyn Christov-Bakargiev.
Ha curato mostre per istituzioni pubbliche come il MAECI-Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, e per importanti spazi espositivi in Italia e all’estero, tra cui la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma; Palazzo delle Esposizioni, Roma; Villa e Collezione Panza, Varese; Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni, Pistoia; Magazzino Italian Art, Cold Spring, NY; IIC New York; ArtOmi, New York; IIC Madrid; Keyes Art Mile, Johannesburg; 6 Spin Street, Cape Town.
Dal 2021 è la curatrice di Progetto Genesi. Arte e Diritti Umani, progetto espositivo ed educativo itinerante promosso dall’Associazione Genesi.
Oltre a indagare i principali temi dell’arte internazionale più recente quali le cogenti questioni sociali e ambientali attuali, Ilaria Bernardi è specializzata nelle ricerche artistiche sviluppatesi in Italia dal Dopoguerra fino a oggi, prestando una particolare attenzione quelle degli anni Sessanta e Settanta, soprattutto a quelle degli artisti dell’Arte povera.

INFO

MARINELLA SENATORE
Volume a cura di Ilaria Bernardi
Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2022
Ita/eng, pp. 304, ill.

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Benedikt Hipp “Songs from the Cave” alla Galleria Poggiali di Milano