La 5° edizione di AWDA, Aiap Women in Design Award: premio alla Carriera ad Aoi Huber Kono

Venerdì 10 novembre, in Triennale Milano, si è svolta la cerimonia di premiazione della 5° edizione di AWDA, Aiap Women in Design Award, il premio biennale internazionale rivolto alle designer della comunicazione visiva.

Nel corso della cerimonia, Marco Sammichelidirettore del Museo del Design Italiano di Triennale Milano, ha consegnato ad Aoi Huber Kono il Premio alla Carriera, mentre Mario Piazza, responsabile scientifico dell’archivio storico AIAP, ha consegnato il Premio alla Memoria nelle mani del fratello di Michela Papadia: due progettiste che nei decenni passati hanno compiuto un percorso professionale innovativo contribuendo in maniera autorevole alla cultura del progetto nel campo del design della comunicazione visiva.

Una serata che si è configurata come una festa per celebrare le designer vincitrici, ma anche come una occasione per discutere di design e di come questo possa configurarsi quale agente di cambiamento.

Oltre a scoprire i sessanta progetti selezionati e i dieci premiati, si sono susseguite le voci di personalità e rappresentanti di associazioni di design da tutto il mondo, che hanno preso parte alla giuria internazionale e della ricerca. Una domanda emblematica è stata il filo sottile durante la cerimonia: “How many women are in the room?”, un invito a non abbassare mai la guardia sul tema della presenza e della rappresentazione femminile, nel design come in tutti gli ambiti disciplinari.

Sono state assegnate le menzioni d’onore, una per ogni categoria del premio (studentesse, ricercatrici, professioniste), tre menzioni speciali della giuria, e infine il riconoscimento principale Aiap Women in Design Award 2023. Molti altri premi sono stati assegnati dai partner di AWDA.

Grande emozione dell’intera numerosissima platea durante il momento di testimonianza per la causa delle donne iraniane con le parole della giurata Zahra Pashaei e il video Donna, Vita, Libertà. Per la prima volta è stato attribuito, da curatrici e giuria insieme, il premio speciale AWDA for Rights!, dedicato ai progetti che affrontano le tematiche sociali dei diritti e del lavoro femminile, e più in generale delle disparità di genere e in ogni ambito.

John Walters, storico direttore della rivista Eye magazine, è stato protagonista di una riflessione sulle donne scrittrici, attraverso una carrellata di articoli dedicati a grandi donne designer.
Infine è stato riconosciuto il merito di due progettiste che nei decenni passati hanno compiuto un percorso professionale innovativo contribuendo in maniera autorevole alla cultura del progetto nel campo del design della comunicazione visiva: Aoi Huber Kono ha ricevuto il Premio alla Carriera, consegnato da Marco Sammicheli, direttore del Museo del Design Italiano di Triennale Milano, mentre Mario Piazza, responsabile scientifico dell’archivio storico AIAP, ha consegnato il Premio alla Memoria nelle mani del fratello di Michela Papadia.

Iconico il saluto finale, con tutte le premiate, la giuria e il team AWDA sul palco: le designer hanno innalzato i loro premi-bandiera, realizzati grazie a una collaborazione con il Lanificio Leo, a ricomporre la domanda iniziale “How many women are in the room?”. Appuntamento a maggio 2024, quando nell’ambito di Big – Biennale internazionale grafica – sarà presentata la mostra conclusiva di questa 5° edizione di AWDA.

I PREMI

FIRST PRIZE
Sophie Rubin (WePlayDesign)_CHE
Filmar en América Latina

LIFETIME ACHIEVEMENT AWARD
Aoi Huber Kono

CAREER AWARD FOR HISTORIC ACHIEVEMENT
Michela Papadia

AWDA FOR RIGHTS! prize
Roshanak Keyghobadi (State University of New York)_IRN/USA
Iranian Women in Graphic Design

Special Mention
Valeria Luisa Bucchetti, Francesca Casnati, Michela Rossi (Politecnico di Milano)_ITA
Manifesto for a gender-sensitive communication

HONORABLE MENTION STUDENTS
Maria Calzolari (HEAR Haute école des arts du Rhin, Strasbourg)_ITA/FRA
Action cleaning

Special Mention
Federica Caputo (University of Westminster)_ITA/GBR
The Circle. The study of a shape

HONORABLE MENTION RESEARCH&TRAINING
Barbara Predan, Špela Šubic (University of Ljubljana)_SVN
How is a vase like a house?

Special Mention
Roshanak Keyghobadi (State University of New York)_IRN/USA
Iranian Women in Graphic Design

HONORABLE MENTION PROFESSIONALS
Giulia De Benedetto (TassinariVetta)_ITA
SISSA – Visual Identity

Special Mention
Maria Donata Bologna_ITA
Museo Fabbrica delle Parole

INFO

Tutte le informazioni su AWDA sono reperibili sul sito:
www.aiap-awda.com

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
“Versilia” Bruno Olivi all’Associazione Primo Stato di Reggio Emilia