+++ Emergenza Corona Virus – Le chiusure a seguito del nuovo Dpcm (in aggiornamento)

E’ stato pubblicato il nuovo  DPCM del 3/11, pubblicato in G.U. il 4/11 ed in vigore da domani, in particolare per i nuovi obblighi di chiusura per musei e mostre.

Sono sospesi le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

Ecco i vari comunicati :

WHAT’S ON alla Fondazione Merz

In ottemperanza alle disposizioni delle autorità, la Fondazione Merz resterà chiusa al pubblico sino al 3 dicembre 2020.
Sui canali social della Fondazione, dal 19 novembre riparte il progetto di dialoghi a distanza #ScusiNonCapisco e inizia, a dicembre, la seconda serie del ciclo di narrazioni #RaccontoCaptivus.
Prorogati i termini per le candidature al Mario Merz Prize.

ESSERE UMANE

Slitta al prossimo anno l’apertura della mostra fotografica “Essere umane. Le grandi fotografe raccontano il mondo”, in ottemperanza alle recenti norme contro la diffusione del COVID-19.

Programmata ai Musei di San Domenico per fine novembre, la mostra fotografica “Essere umane”, slitterà al 2021, per consentire a quanti più visitatori possibile di fruirne in totale sicurezza e con la serenità necessaria.

La mostra, a cura di Walter Guadagnini, si compone di oltre 250 fotografie – per la maggior parte già arrivate a Forlì – tra cui le leggendarie immagini di Lee Miller nella vasca da bagno di Hitler, la strepitosa serie delle maschere di Inge Morath, realizzata con Saul Steinberg, gli iconici volti dei contadini durante la Grande Depressione di Dorothea Lange, il sorprendente servizio di Eve Arnold su una sfilata di moda ad Harlem negli anni Cinquanta e i rivoluzionari scatti di Annie Leibovitz per una epocale edizione del Calendario Pirelli.

Uno sguardo sul mondo visto dagli occhi delle fotografe che si sono distinte a livello internazionale nel mondo dell’arte, del costume, della lotta per i diritti e che hanno prodotto icone entrate a pieno diritto nella narrazione della storia mondiale.

“Ci dispiace non poter inaugurare nei tempi che ci eravamo dati. Tutto era ormai pronto, avevamo deciso di andare avanti come segno di resilienza e per sottolineare il valore che da sempre la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì attribuisce alla cultura, al suo non fermarsi anche nei momenti complicati, nel suo offrire opportunità di crescita e di svago alle tante persone che ogni anno raggiungono la nostra città per goderne. L’aggravarsi delle condizioni sanitarie nel Paese ci impone uno stop che responsabilmente rispettiamo. Lo spirito del progetto, alla luce dell’enorme interesse scaturito a livello nazionale e internazionale, resta immutato così come la ferma volontà di non spegnerlo, ma rinviarlo al prossimo anno. Un arrivederci al 2021 che siamo certi aumenterà l’interesse e l’attesa per una Mostra inedita e unica a livello nazionale e non solo. Alla prossima inaugurazione, ne siamo certi, saremo in tanti e sarà come sempre una festa della cultura”.

I LUOGHI DEL PROGETTO

A seguito dell’evolversi della situazione Covid-19 e del nuovo DPCM, con dispiacere comunichiamo il rinvio della maratona di eventi dal titolo “I LUOGHI DEL PROGETTO. Tre giorni di incontri in Triennale: racconti, proiezioni e una mostra” a cura di Claudio Palvarini e Lodovico Gualzetti, prevista per il 20 – 22 novembre 2020.
Considerata l’emergenza e la volontà di superare insieme questa minaccia in tempi brevi, seguiamo le direttive del governo, augurandoci di potervi dare presto notizie riguardo le nuove date.

PART Palazzi dell’Arte Rimini

Nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del COVID-19 previste dal DPCM 3 novembre 2020, PART Palazzi dell’Arte di Rimini, nuova sede museale della Collezione San Patrignano, chiude momentaneamente al pubblico.

PART Palazzi dell’Arte Rimini annuncia la chiusura dei propri spazi espositivi nel rispetto delle disposizioni governative. L’accesso alla collezione permanente di arte contemporanea e alle mostre viene pertanto temporaneamente sospeso da domani, venerdì 6 novembre, fino a giovedì 3 dicembre.

PART ha inaugurato al pubblico lo scorso 24 settembre 2020 proseguendo l’attività con visite guidate alla collezione su prenotazione obbligatoria, garantendo così un’esperienza in piena sicurezza e suscitando grande entusiasmo a livello locale e nazionale. Nell’attesa di poter tornare ad accogliere i visitatori, PART continua la propria attività digitale sui canali social e sul sito del Museo, dove offre approfondimenti sulla collezione e sui protagonisti di questa importante iniziativa.

BANKSY A VISUAL PROTEST

Ora seppur con rammarico e difficile comprensione, prendiamo atto delle decisioni, dandovi appuntamento il 4 dicembre 2020 alla riapertura con la mostra BANKSY A VISUAL PROTEST, che in ottemperanza all’ultimo DPCM è temporaneamente sospesa a partire da venerdì 6 novembre.

Lavoreremo in questo periodo, per quanto possibile e concesso, tramite il sito e i nostri social per rispondere alle vostre domande, per continuare a raccontare le nostre attività, per tenervi compagnia.

In particolare, per i ragazzi, prosegue il nostro impegno a favore delle scuole, con i progetti di didattica a distanza.

Continuiamo a credere che l’arte e la cultura migliorano la vita di tutti, per questo ci impegniamo.

ARTE FIERA – BOLOGNA

Gli ultimi provvedimenti emanati dal Governo per far fronte all’epidemia di Coronavirus vietano lo svolgimento su tutto il territorio nazionale di ogni tipo di manifestazione fieristica perlomeno fino al mese di dicembre. Al momento è impossibile sapere se le misure verranno estese anche oltre questa data, ma è legittimo pensare che l’attuale situazione di incertezza e difficoltà non sia destinata a esaurirsi in tempi brevi.

A fronte di questo scenario, vengono a mancare le condizioni per organizzare l’edizione 2021 di Arte Fiera secondo i parametri di qualità che la tradizione e il ruolo di questo evento richiedono.

Nel rispetto delle gallerie, dei collezionisti e degli appassionati d’arte, BolognaFiere, in accordo con la Direzione artistica e il Comitato di Selezione, annuncia la decisione di cancellare la prossima edizione di Arte Fiera. Si tratta di una scelta difficile e dolorosa, ma inevitabile. L’appuntamento a Bologna per tutti, espositori e pubblico, è rimandato dunque al 21-23 gennaio 2022, fiduciosi che per allora sarà possibile riproporre la manifestazione in una forma all’altezza delle aspettative.

 Willie Doherty. WHERE / DOVE | Fondazione Modena Arti Visive

A seguito del Dpcm del 4 novembre, che prevede la chiusura su tutto il territorio nazionale di musei e mostre, è stata rinviata a data da destinarsi l’apertura di WHERE / DOVE, prima personale dell’artista nordirlandese Willie Doherty (Derry, 1959) in un’istituzione italiana, che avrebbe dovuto aprire al pubblico questo sabato 7 novembre alla Palazzina dei Giardini di Modena.

In attesa di sapere quando potrà essere riprogrammata l’apertura della mostra, co-prodotta da Fondazione Modena Arti Visive e National Museums Northern Ireland e realizzata con il sostegno del British Council nell’ambito della UK/Italy Season 2020, dal 12 al 16 novembre FMAV metterà a disposizione in modalità streaming e in anteprima mondiale il nuovo film Where / Dove di Willie Doherty che racconta da due diversi punti di vista il medesimo paesaggio di confine tra Irlanda e Irlanda del Nord, presentato come uno spazio ambiguo, malinconico e perennemente instabile, sospeso tra l’ombra del passato e il sogno del futuro.

Da questo sabato sarà inoltre disponibile sullo shop online di FMAV il catalogo della mostra, prima monografia in italiano/inglese dedicata all’opera dell’artista nord-irlandese (Franco Cosimo Panini, 2020).

VAN GOGH. I COLORI DELLA VITA

In seguito alla firma del nuovo DPCM da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri, la mostra Van Gogh. I colori della vita, che era in corso nel Centro San Gaetano di Padova, rimarrà chiusa da oggi, 5 novembre, fino al 3 dicembre prossimo, data al momento inserita nel documento ministeriale.

Nel confermare a tutti coloro che avevano già acquistato i biglietti per le date comprese in questo periodo, che i biglietti stessi (per ingressi, audioguide e visite guidate) verranno recuperati, restiamo in attesa nelle prossime settimane di avere dalle Autorità competenti le conferme necessarie per poterci rimettere al lavoro. Non mancheremo quindi di informarvi non appena ci sarà possibile e saremo noi a ricontattarvi quando avremo notizie certe per voi. E anche per noi.

DESIGN! OGGETTI, PROCESSI, ESPERIENZE – Abbazia di Valserena | Palazzo Pigorini, Parma

A seguito del Dpcm del 4 novembre, che prevede la sospensione delle mostre e la chiusura al pubblico dei musei su tutto il territorio nazionale, è stata rinviata a data da destinarsi l’apertura di Design! Oggetti, processi, esperienze, esposizione prodotta da CSAC – Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma con il sostegno del Comune di Parma, nell’ambito di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 e in collaborazione con GIA – Gruppo Imprese Artigiane Parma, che avrebbe dovuto aprire questo sabato 7 novembre 2020 contemporaneamente in due sedi, l’Abbazia di Valserena e Palazzo Pigorini.

PALAZZO GRASSI – PUNTA DELLA DOGANA – Venezia

Nel rispetto delle misure di contenimento della diffusione del COVID-19 previste dal nuovo DPCM in vigore dal 5 novembre 2020, le sedi espositive Palazzo Grassi e Punta della Dogana e il Teatrino di Palazzo Grassi chiudono al pubblico e sospendono le attività in presenza.

Proseguono invece tutte le iniziative online.

Palazzo Grassi – Punta della Dogana annuncia la sospensione delle attività in presenza e la chiusura degli spazi espositivi nel rispetto delle misure di contenimento del Covid-19. Gli appuntamenti al Teatrino, le attività educative e l’accesso alle mostre in corso “Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu”, “Youssef Nabil. Once Upon a Dream”, a Palazzo Grassi in programma fino al 20 marzo, e “Untitled, 2020. Tre sguardi sull’arte di oggi” in corso a Punta della Dogana sino al 13 dicembre, saranno sospesi.

Dopo essere state posticipate a causa della pandemia sanitaria nel mese di marzo, le tre mostre hanno aperto al pubblico lo scorso 11 luglio 2020. In un primo momento l’apertura è stata limitata ai fine settimana, per poi essere ampliata dal mercoledì al lunedì, garantendo l’esperienza di visita in piena sicurezza. La comunità veneziana, i visitatori internazionali e nazionali hanno dimostrato un forte desiderio di tornare a vivere gli spazi espositivi della Pinault Collection e a scoprire l’arte contemporanea.

THE LAST SUPPER RECALL

The Last Supper Recall – Galleria Credito Valtellinese Milano è sospesa fino al prossimo decreto ministeriale.

TRIENNALE DI MILANO

Nel rispetto delle direttive governative del 3 novembre 2020, Triennale Milano resterà chiusa al pubblico da oggi al 3 dicembre.

La nostra programmazione continua online, attraverso gli approfondimenti del Magazine, le serie video e podcast, gli appuntamenti digital del Public Program e tanti altri contenuti che verranno pubblicati nei prossimi giorni sul sito triennale.org e sui nostri canali social.

I biglietti acquistati su Vivaticket per una data compresa tra il 3 novembre e il 3 dicembre inclusi verranno rimborsati automaticamente.

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
_artist: SIMONA COZZUPOLI – Le sue parole chiave