PAOLO MAGGIS “CORPI” alla Galleria Gare 82 di Brescia

Da domenica 12 settembre a sabato 9 ottobre, la Galleria Gare 82 di Brescia presenta la mostra “CORPI” di Paolo Maggis.

L’artista porta in Italia un gruppo di opere appena realizzate, dipinte nei primi mesi del 2021. Si tratta di corpi che si muovono all’interno del recinto fisico dell’opera che li imprigiona. Prendendo spunto dai lottatori, una tradizione che parte dal mondo ellenico ed attraversa tutta la storia dell’arte passando da Michelangelo per arrivare sino a Bacon, Paolo Maggis costruisce delle immagini dove il confine tra piacere e dolore, tra amore e
odio, gioco e lotta scompare, come se d’un tratto questi elementi formassero parte di un “unico” sistema dove tutto comunica ed interagisce, in una sorta di comunione tra gli opposti.

LE OPERE IN MOSTRA

Dipinti di grandi dimensioni, dodici opere olio su carta e due oli su tela, con pennellate sintetiche, gesti forti e carichi di materia. I corpi, nelle opere dell’artista, entrano in contatto tra di loro scontrandosi, lottando o amandosi, in una visione vitalistica ed al contempo drammatica del desiderio o del conflitto che li anima. Corpi che sembrano cercare di evadere il limite della superficie per cascare addosso allo spettatore e renderlo parte di quell’atto che accade davanti ai suoi occhi. I corpi diventano intenzione ed espressione dell’anima, creano forme e volumi che opponendosi o sovrapponendosi, sfiorando il limite della leggibilità, si muovono nello spazio
sezionandolo e costruendo una immagine astratta dove la materia pittorica diventa coprotagonista del soggetto rappresentato.

Sembra che l’artista ci voglia quasi far confondere, o forse riflettere sulla verità della rappresentazione: è il soggetto ad essere fondamentale o la maniera in cui viene dipinto? Ed allo stesso modo: è il corpo ad essere verità o quella forza che come un vento lo anima?
O forse ci suggerisce che tanto soggetto e maniera quanto corpo e anima sono un’unica cosa e
che per quanto noi ci impegniamo a distinguerli non potranno mai essere separati.

Proveniente da una accademia realista, basata sulla fedeltà alla forma del soggetto, in Maggis si intravede sin dagli esordi, una necessità espressiva che trascende la correttezza formale, a favore di incursioni in ambito astratto-gestuale. Da sempre nella sua ricerca ogni pennellata, ogni colore steso sulla tela gioca un ruolo determinante per la costruzione dell’opera. La comunicazione avviene a livello epidermico prima ancora che concettuale. Nelle sue tele si legge chiaramente la necessità che ogni gesto compiuto sia definitivo, per intenzione e qualità pittorica.

L’ARTISTA

Paolo Maggis è un artista italiano che lavora prevalentemente nell’ambito della pittura.
Nasce a Milano il 29 dicembre 1978. Cresce a Vimercate, provincia di Milano per poi trasferirsi nel capoluogo lombardo nell’anno 2000. Tra il 1996 e il 2000 studia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera frequentando il
corso di pittura con il professore ed artista Beppe De Valle. Terminati gli studi inizia la sua carriera espositiva e nel 2005 si trasferisce a Berlino (Germania) sino agli inizi del 2008 anno in cui si sposta a Barcellona (Spagna) dove tutt’ora vive e lavora. L’artista utilizza immagini tratte da diversi media – cinema, tv, internet – sfruttando la loro violenza istantanea e la confusione dei loro messaggi, con un linguaggio veloce, potente, che assale l’osservatore attraverso strati di colore pastoso che si sovrappongono sulle grandi tele. Maggis partecipa a varie fiere e mostre collettive (in Italia e all’estero) e presenta la sua prima personale di pittura nel 2000 presso lo Spazio Obraz di Milano. Su Paolo Maggis sono stati pubblicati diversi cataloghi: Paolo Maggis- Monito(r) pubblicazione Skira.

INFO

Corpi di Paolo Maggis
Galleria Gare 82 – Via Villa Glori, 5 25126 Brescia
12 settembre – 9 ottobre 2021
Opening: sabato 11 settembre ore 18.00
Orari da lunedì a sabato ore 15.00 – 19.00
Ingresso libero

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Vittorio Corsini “Dai su fammi un sorriso” a Farsettiarte a Milano