Valentinaki-2023

“LIQUID BLUE” il solo show di Valentinaki alla Galleria Espinasse 31 di Milano

Inaugura, il 6 giugno 2023 alla Galleria Espinasse 31 di Milano, “LIQUID BLUE” solo show dell’artista lettone Valentinaki.

La personale, con la curatela di Marco De Crescenzo, presenta un corpus di opere realizzata da Valentinaki tra il 2022 e il 2023 tra site specific e grandi e piccole tele realizzate con acrilici e resine.
La sua pittura astratta esplora le tematiche care all’artista quali l’acqua, il mare e le problematiche ambientali connesse all’inquinamento marino e allo spregiudicato utilizzo delle risorse.
Il blu profondo invaderà lo spazio della Espinasse 31, rimandando ai colori intensi del mar Baltico, sua principale fonte di ispirazione. L’acqua scorre e rinnova continuamente l’ambiente circostante in un’onda di creatività e di innovazione, come un infinito liquido in costante movimento e mutazione, metafora della natura umana che incessantemente cerca il suo scopo.

Apro gli occhi e mi immergo nel blu.
Ondeggio, sospeso.
Flutto in un mare liquido, imprevedibile, riflettente e mutante.
Vivo oscillante.
Coccolato dall’ondeggio della quotidianità dei sentimenti.
Mi immergo nel blu, respiro e riempio l’anima di colore.

“Liquid Blue” di Valentinaki è un mare gonfio, misterioso che avvolge e mesmerizza.
Un mare che accoglie un sole che albeggia e mostra le sue infinite prospettiche e prospettive.
Abissale, oscuro e tetro ma al tempo stesso brillante e accogliente. Questa è l’evoluzione del colore di Valentinaki che prendendo spunto dalla teoria della Liquid Modernity di Zygmunt Bauman ricrea un mondo Blu costantemente in movimento e in cambiamento.

Valentina rappresenta in modo poetico la labilità, l’unicità e imprevedibilità delle onde, dei movimenti.
Un mare, nella sua letteratura quella del suo mare, ovvero il Mar Baltico, che nasconde al di sotto della superficie sorprese e sfaccettature sempre nuove e da scoprire
Non c’è niente di fisso o di stabile in questo mondo liquido, così come la nostra società è sospesa e vive in un continuo stato di ‘incertezza e nella precarietà. Come se fossimo in balia delle onde del mare, siamo costretti ad adattarci continuamente alle sfide che la vita ci propone.

Questa liquidità ci porta a riconsiderare il nostro rapporto con il tempo e lo spazio. Il passato e il presente si miscelano, creando un continuum in cui l’orizzonte temporale si fa sempre più evanescente e impercettibile. Lo spazio diventa mobile e asintotico, permettendo alle informazioni di circolare liberamente attraverso i confini geografici.

Ma questa liquidità può anche generare ansia e incertezza. L’assenza di punti di riferimento stabili e permanenti può far sentire gli individui smarriti e disorientati.
Il Blu di Valentina però con il suo abbraccio ci accompagna a percepire la liquidità come un’opportunità, come una danza creativa ed ispirativa per creare nuove forme, nuovi equilibri e nuove sfumature.
Immergiamoci nel suo liquido e lasciamoci trasportare dal respiro del suo blu.

L’ARTISTA

VALENTINAKI – Nata a Riga in Lettonia nel 1985, Valentina Kovalishina, in arte Valentinaki, dopo gli studi in economia, diventa coreografa seguendo la propria vocazione artistica, fino a quando la sua insaziabile curiosità la porta alla pittura e allo sviluppo di uno stile, seppur coerente, sempre nuovo e sorprendente.
La passione per la pittura e le arti sboccia fin da bambina Valentina. In Lettonia si dedica alla ricerca del colore cimentandosi con l’acquerello, prima, e passando poi allo studio del pastello con la pittrice lettone Valeria Shuvalova. Giunta in Italia nel 2009, apprende l’arte della pittura ad olio con l’artista fiorentina Giusy Boncimelli, che la inizia a una tecnica che resterà indissolubilmente nel bagaglio artistico di Valentinaki.
Proprio dalla Boncinelli eredita la libertà espressiva nella pittura, concedendo a Valentinaki il coraggio necessario di credere nelle proprie forze e qualità così da sviluppare il mestiere e la carriera di artista, sviluppandosi sempre più verso l’astrattismo, pur con l’inserimento di forme naturali ben riconoscibili.
La direzione artistica di Valentinaki si imposta sul genere pittorico astratto, ma si tratta di un’astrazione verso la celebrazione dei caratteri più tangibili del pianeta: la natura, il mare, l’elemento acqua, osservati a lungo direttamente dall’artista che ripropone i soggetti in opere anche dimensionalmente importanti, in rilievo.

INFO

LIQUID BLUE
Valentinaki
A cura di Marco De Crescenzo
Opening 6 giugno ore 19.00
La mostra sarà visibile al pubblico dal 7 giugno al 15 luglio 2023
Espinasse 31 – Viale Carlo Espinasse 31, Milano

Col patrocinio di Ambasciata della Repubblica di Lettonia presso la Repubblica Italiana
Resine di Gobbetto, sponsor tecnico della mostra, creative e plasmabili da oltre 60 anni al servizio dell’arte e dell’architettura, per interpretare la voce di artisti e progettisti.
In partnership con One Ocean Foundation.

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
GOLFO GARIBALDI – STUDIO LIGHT. Paul Goodwin e la Casa degli Artisti 1984 – 2023