Olympia Scarry, Saliva, 2010. Courtesy the artist

Fondazione ICA Milano presenta tre nuovi progetti espositivi in contemporanea

Fondazione ICA Milano presenta, da martedì 18 gennaio 2022, tre nuovi progetti espositivi negli spazi di via Orobia 26 a Milano.

Si inizia al piano terra della Fondazione con White Noise, mostra personale di Olympia Scarry (1983). I suoi lavori scultorei sono posti in dialogo con l’opera video Breaking Into Trunks di Jennifer Allora e Guillermo Calzadilla e con la composizione sonora “Avaeken” di Stephen O’Malley.

Si prosegue con la mostra “C’era l’acqua, ed io da sola”, prima personale in Italia della pittrice francese Christine Safa (1994) curata da Alberto Salvadori e allestita al primo piano della Fondazione ICA Milano.

Infine, la sala esterna accoglie il progetto The Other: A Familiar Story, ideato da Maria D. Rapicavoli (1976) e commissionato da The Shelley & Donald Rubin Foundation for the 8th Floor, New York, in collaborazione con Westfälischer Kunstverein, Münster.
Il progetto è stato realizzato grazie al sostegno dell’Italian Council (6. Edizione, 2019), programma di promozione di arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

IL CALENDARIO

Olympia Scarry. White Noise
Con opere di Allora & Calzadilla e Stephen O’Malley.
Dal 18 gennaio al 6 marzo 2022

THE OTHER : A FAMILIAR STORY
installazione multimediale con video su due canali di Maria D. Rapicavoli
Dal 18 gennaio al 6 marzo 2022

Christine Safa. C’era l’acqua, ed io da sola
A cura di Alberto Salvadori
Dal 18 gennaio al 6 marzo 2022

ICA Milano | Istituto Contemporaneo per le Arti
Via Orobia 26, 20139 Milano
office@icamilano.it | www.icamilano.it
Orari dal giovedì al sabato – dalle 12 alle 19
Ingresso libero

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
HI-TECH: Sony le cuffie WH-1000XM4 in un’inedita edizione limitata Silent White