Libri: “Josquin Desprez. Il signore dei suoni del Rinascimento tra storia e leggende” di Enzo Restagno

Un’opera, di poco più di cento pagine, curata da Enzo Restagno ci racconta minuziosamente la storia di uno tra i più importanti compositori fiamminghi della sua generazione, Josquin Desprez, musicista e compositore geniale del Rinascimento, acclamato da re e imperatori, definito il “Michelangelo della musica”, è quasi ignoto al giorno d’oggi.

Di Josquin Desprez conosciamo con certezza solo la data della morte che lo colse nel 1521 a Condé-sur-l’Escaut. Nato probabilmente nel 1440, già dal 1559 è in Italia, come cantore del duomo di Milano. Nel 1472 entra nella cappella degli Sforza, sempre a Milano, e dal 1486 al 1494 è accertata la sua presenza a Roma, nella cappella papale. A partire dal 1499 risiede alternativamente a Ferrara, alle dipendenze del duca d’Este e a Parigi, presso la corte del re Luigi XII. Nei primi anni del XVI secolo si stabilì definitivamente in Francia dove morì nel 1521.

L’opera di Desprez ha un’importanza fondamentale nell’evoluzione degli stili musicali: la sua grandezza di compositore consiste nella capacità di unire un complesso intreccio polifonico tipico della scuola fiamminga, a un andamento melodico semplice e cantabile, tipico della tradizione italiana. Famoso e sconosciuto al tempo stesso.

Oggi, nel cinquecentenario della sua scomparsa, potrebbe essere l’occasione per ritrovare quelle sintonie che fanno parte di un patrimonio musicale inestimabile. Per questo motivo Il Sole 24 Ore propone in edicola per un mese a partire da sabato 2 ottobre e successivamente in libreria il libro “Josquin Desprez. Il signore dei suoni del Rinascimento tra storia e leggende” di Enzo Restagno, musicologo, ex direttore artistico dell’Orchestra Rai, del Festival Mito e, attualmente, di Ferrara Musica e già autore di 20 monografie dedicate ad altrettanti compositori. Il libro sarà disponibile anche in formato E-BOOK nei principali store digitali e online sul sito di Shopping24.

Martin Lutero, suo contemporaneo, definì Desprez signore dei suoni, che sono come egli vuole e fanno quel che egli vuole, mentre altri compositori fanno quel che vogliono i suoni. Desprez fu autore di moltissima musica sia sacra sia profana, ma fu un grande innovatore soprattutto nelle messe, dove introdusse elementi tratti dalla tradizione profana. La produzione di Desprez comprende venti messe, novanta mottetti e una trentina di composizioni di carattere profano.

Gli altri maestri devono fare come vogliono le note,
ma Josquin è il padrone delle note,
che hanno dovuto fare come vuole lui.

Martin Lutero

L’AUTORE

Enzo Restagno è musicologo e organizzatore musicale. E’ stato direttore dell’Orchestra Rai, del Festival Mito e, attualmente, di Ferrara Musica. E’ autore di una ventina di monografie dedicate ai maggiori compositori del Novecento, fra le quali, edite da “Il Saggiatore”, Ravel e l’anima delle cose, Debussy ovunque lontano dal mondo e altre.

INFO

JOSQUIN DESPREZ – Il signore dei suoni del Rinascimento tra storia e leggende
Enzo Restagno
Il Sole 24 ORE
Pagine: 128
Formato: 14×21 cm
Rilegatura: Brossura con alette

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
#leparolechiave: CATERINA GOBBI