“Body architecture” le immagini di Debora Barnaba in mostra a Varese

La mostra “Body architecture” alla GHIGGINI 1822 – Galleria d’arte di Varese presenta le più recenti opere fotografiche di Debora Barnaba.

L’esposizione, da una parte, è caratterizzata dalla presenza di “Entracte”, il nuovo progetto della giovane fotografa che vede la collaborazione del visual artist torinese Michele Liuzzi, composto da una serie di scatti in bianco e nero in cui il corpo nudo è abbinato a eleganti dettagli architettonici, oggetti e decorazioni che portano lo spettatore a immergersi in un’atmosfera senza tempo.

Abbinate a questo progetto sono state scelte delle fotografie di Debora Barnaba dalla serie “Untitled” in cui,
sempre attraverso la tecnica dell’autoscatto, il colore è protagonista.
Una “prima volta” per Debora Barnaba che trasforma il corpo in una mescola di luci e ombre servendosi
dell’abbinamento del rosso e del nero. L’approccio all’uso del colore nelle fotografie dell’artista milanese è sintomo della ricerca di un nuovo equilibrio, una sorta di rinascita, ma fedele alla scelta stilistica che da sempre caratterizza il lavoro di Debora Barnaba ovvero la volontà di usare il proprio corpo evitando di scadere nel cliché di parlare di sé.

Debora Barnaba così si presenta:

Per questa mostra ho voluto presentare due nuovi lavori, molto diversi ma che rimandano sempre alla nascita. Nel progetto principale “Entracte” in bianco e nero, ho collaborato con l’artista Michele Liuzzi per realizzare delle immagini nuove a partire dal mio corpo. Abbiamo immaginato come potesse essere lo stato di passaggio tra uno stato primordiale di vuoto, di buio anteriore alla generazione del cosmo da cui emersero gli dèi e gli uomini. Una nascita della vita, del mondo. Corpi che si scoprono e si rivelano nella loro fragilità e alla ricerca di un senso.

Nel progetto a colori “Untitled” ho usato il corpo come se fosse un’ombra. Una sorta di segno, grafico, in cui il corpo è bidimensionale e diventa astratto. Ma nasce sempre dalla luce, in questo caso rossa, che lo avvolge”.

GLI ARTISTI

Debora Barnaba (Milano 1985) è artista e fotografa. Dopo gli studi artistici in disegno e pittura si accosta da autodidatta al medium fotografico che, dal 2006, diventa la sua principale forma espressiva. Le sue immagini esprimono la potenza espressiva degli autoscatti, trascendendo la propria soggettività offrendo un corpo assoluto, oggettivo in cui lo spettatore si identifichi. La sua formazione accademica si riflette nella dettagliata costruzione formale dello scatto, nel tentativo di estetizzare un’idea “tracciandola” nello spazio compresso di un click. Ha collaborato con nomi prestigiosi Giovanni Gastel e Oliviero Toscani, partecipa a diverse mostre collettive e ha vinto numerosi premi.

Michele Liuzzi (Torino 1970) rivela immagini di mondi surreali ottenute con la rielaborazione digitale di fotografie e con tecniche miste che coinvolgono il collage e la pittura materica. Esplora il corpo sia come soggetto teatralizzato nella funzione espressiva dei contenuti che lo trascendono, sia analizzando la relazione quasi scultorea con il luogo che esso occupa. Genera immagini oniriche che tradiscono una metafora della realtà, narrazioni il cui filo conduttore è lasciato alla libera interpretazione di chi legge.

INFO

“Body architecture” – Fotografie di Debora Barnaba.
Un progetto in collaborazione con Michele Liuzzi.
GHIGGINI 1822 – Galleria d’arte
Via Albuzzi 17 – Varese
Inaugurazione: sabato 7 maggio, dalle 16 alle 19.
Periodo mostra: 10 maggio – 30 giugno 2022.
Orario: da martedì a venerdì 16-19; sabato 10-12.30/16-19.

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Le Radici del Nuovo Manifesti, video e icone dell’arte e cultura digitale dal 1960 a oggi al MEET Digital Culture Center di Milano