OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“SE POTESSIMO SCRIVERE LA PAROLA FINE” Storie di donne e di violenza la performance del Jam Studio a Seregno

Nel 1999 le Nazioni Unite nel 1999 hanno introdotto la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il 25 novembre è stato scelto per ricordare l’uccisione delle tre sorelle Patria, Minerva e María Teresa Mirabal da parte del regime dittatoriale domenicano.

Con questa ricorrenza l’ONU si è posta come obiettivo la sensibilizzazione a livello internazionale su questo argomento cercando di dare un supporto concreto a tutte le donne e/o bambine colpite da atti di violenza psicologica o fisica.

Per ricordare l’importante riconoscimento della fondamentale lotta contro la violenza di genere, sabato 26 Novembre, alle ore 16.30, nel piazzale Monsignor Gandini 9, antistante la Biblioteca Civica Ettore Pozzoli di
Seregno, l’Associazione culturale Jam Factory, con il patrocinio del Comune di Seregno, propone il racconto, in forma di performance artistica, di alcune delle tante forme di violenza che vengono esercitate sulle donne.

Sette storie che prendendo spunto da vicende di violenza realmente avvenute vogliono ricordare alle donne ed agli uomini ciò che accade continuamente.

Jam Factory, dopo la mostra collettiva “Caino chi?”, prosegue nella sua ricerca artistica e propone un nuovo evento rivolto a tutti coloro che hanno a cuore la realtà sociale, la cultura ed il rispetto di tutte le persone.

INFO

Sabato 26 Novembre, alle ore 16.30
piazzale Monsignor Gandini 9
Seregno

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Online Exhibitions: Daisy Collingridge alla Unit London