Libri: IMAGINARIUM Un compendio di ispirazioni di Sibella Court

In occasione dei vent’anni della casa editrice L’Ippocampo è interessante riscoprire volumi che sono preziosi da tenere nella propria libreria.

Tra questi “IMAGINARIUM Un compendio di ispirazioni” imponente pubblicazione di Sibella Court del 2019.

Sibella Court, stilista d’interi, torna alla ribalta con questo libro in cui, oltre a rivisitare le tante ispirazioni attinte alla Via della Seta, ritrova felicemente le proprie origini australiane.

Da sempre i racconti per immagini e la fotografia mi affascinano. Eppure non mi ero mai messa dietro l’obbiettivo, nonostante avessi allestito centinaia di set fotografici in anni di lavoro come stylist.

“IMAGINARIUM è una miscela di passato e presente, un alternarsi di foto dei miei tanti viaggi, di interni e oggetti da me progettati. Qui si dispiegano le palette cromatiche con cui mi piace lavorare in un flusso ritmico di colori, fino ad approdare in un luogo dove la narrazione non ha bisogno di parole. Colleziono non solo oggetti, ma esperienze, ricordi, colori, profumi e idee. Tutto confluisce in una sorta di catalogo esistenziale che la fonte delle mie ispirazioni creative. Un po’ archivio e un po’ gabinetto delle curiosità: questo è il mio IMAGINARIUM.”

Imaginarium è un libro fotografico che regala preziose sfumature e infiniti spunti ispirativi che possono accendere idee per scenari professionali ma anche soltanto estetici.

Potete usare IMAGINARIUM come fonte di ispirazione per i vostri progetti oppure semplicemente tenerlo appoggiato sul tavolino del salotto.
Ogni giorno, voltando pagina, farete nuove scoperte.
Lasciatevi andare senza pensieri, perdetevi tra le sue pagine, immaginando terre lontano e luoghi speciali.

Sibella Court

INFO

Imaginarium. Un compendio di ispirazioni
Sibella Court

Dimensioni 27,2 x 33,8 cm
Rilegatura cartonato con sovracoperta americana
L’Ippocampo
Pagine 272
Anno 2019
ISBN 9788867224401
Prezzo € 39,90

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
“MIND THE STEM GAP” alla Triennale di Milano