Germano Celant. Cronistoria di un critico militante in Triennale

Triennale Milano presenta il terzo appuntamento nell’ambito delle Giornate tematiche di studio Germano Celant. Cronistoria di un critico militante, a cura dello Studio Celant, da una proposta deII’Accademia Nazionale di San Luca.

Allestimenti delle mostre e metodologia espositiva nella pratica curatoriale di Germano Celant è il titolo deII’incontro che si svolgerà in Triennale giovedì 6 ottobre alle 18.00 e che verrà trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube deII’istituzione.

Attraverso interventi teorici e testimonianze di storici deII’arte, architetti e designer che hanno collaborato con lui nel corso degli anni, Triennale Milano presenta un incontro dedicato alla pratica curatoriale di Germano Celant con approfondimenti su allestimenti e metodologia espositiva.
L’argomento — che aII’interno deII’universo di Celant riveste grande importanza sia dal punto di vista pratico sia teorico, tanto da dedicarvi alcuni testi in cui esamina la ”macchina visuale” rappresentata daII’instaIIazione delle opere d’arte
— sarà analizzato tramite focus su alcune delle esposizioni più memorabili da lui realizzate: The Italian Metamorphosis 1942-1968 (New York, 1994), II Tempo e la Moda (Firenze, 1996), Arte Povera 2011(varie città italiane, 2011), Arts & Foods (Milano, 2015).

PROGRAMMA

Giovedì 6 ottobre alle 18.00

Introducono:
Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano
Paolo Icaro, Presidente Accademia Nazionale di San Luca
Antonella Soldaini, Consulente curatoriale e responsabile della ricerca, Studio Celant

Modera:
Damiano Gullì, Curatore per Arte contemporanea e Public Program di Triennale Milano

Interventi di:
Nina Artioli, Architetto e Direttrice Archivio Gae Aulenti
La collaborazione tra Gae Aulenti e Germano Celant
Pier Luigi Cerri, Architetto
Dalla finestra, il labirinto
Daniela Ferretti, Architetto
Sotto il segno del Leone: da Mapplethorpe a Oldenburg
Paola Nicolin, Storica deII’arte contemporanea e Direttrice artistica XNL Arte
La pratica allestitiva di Germano Celant: una lettura critica
Italo Rota, Architetto
Arte Povera 2011 VS Arts & Foods 2015: from archetype to mass products
Denis Santachiara, Designer
Da Il Tempo e la Moda a Vertigo: una riflessione sul metodo allestitivo di Germano Celant
Annabelle Selldorf, Architetto
Working with Germano

Le Giornate tematiche di studio sono aperte al pubblico e intendono non solo ripercorrere I’intensa carriera di Germano Celant, ma anche creare Ie premesse per sviluppare un’approfondita riflessione sul suo operato grazie alla partecipazione di artisti, critici, architetti, collezionisti, curatori, direttori di istituzioni con cui Celant ha collaborato nel corso di oltre cinquanta anni di lavoro.


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Omar Galliani. L’eco della Sibilla a Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno