VALENTINA GURLI: catturare l’effimera fantasia
Parte 4^ – Lo Sguardo

La vedo da lontano. Fuma la sua sigaretta in mezza la strada. Sola, in attesa e assorta nei suoi pensieri e nei suoi desideri.

La nuova narrazione fotografica di Valentina Gurli ha un retro gusto cinematografico.
Bianco e nero che esalta la potenza delle espressioni e mostra in rilievo lo stato emozionale e il pathos racchiuso nello scatto.

Un set, preparato minuziosamente quasi come un film, che racconta un attimo, quello dell’incontro, attraverso gli sguardi della protagonista.


Mi è bastato uno sguardo per entrare nel suo mondo.

Si accende una sigaretta sul ciglio della strada.
La fuma a suo modo, gustando ogni boccata di fumo.

Ha un fare sensuale, ammaliante. Il movimento delle labbra, il piacere che scaturisce da ogni tiro.

Chiude gli occhi e lascia andare il suo sguardo verso l’infinito.

L’attesa finisce. Incrocio il suo sguardo. Potente, intenso, erotico.

Non riesco a distogliere i miei occhi dai suoi, Sono incollati a lei.

Mi guarda, apre la mia anima, entra nel mio corpo.
La potenza del suo sguardo mi toglie il fiato e mi fa volare.

Chi mai amò che non abbia amato al primo sguardo?

William Shakespeare

Basta un attimo per spostare le emozioni, cambiare il punto di vista.

Basta uno sguardo per cambiare le cose.

Io sono un collezionista di sguardi

…Io non gli espressi mai il mio amore a parole; ma se gli sguardi hanno un linguaggio, il più grande idiota avrebbe capito che avevo perso la testa..

Emily Brontë

INFO

https://www.instagram.com/valentinagurli
https://www.facebook.com/Valentina-Gurli-photography

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
On Line: secondo appuntamento con LE GALLERIE SI RACCONTANO con Flaminia Gennari Santori e Andrea Penna