Stefano Boeri Interiors e Frezza presentano la collezione “Mux70”

In occasione della Milano Design Week 2024, Frezza presenta Mux70, una collezione di arredi per ufficio direzionale disegnata dallo studio Stefano Boeri Interiors in celebrazione dei 70 anni dell’azienda.

Una gamma di prodotti in grado di rispondere alle esigenze della contemporaneità, accogliere le sfide del manager del futuro e adattarsi, grazie alla ricercatezza del design, anche agli ambienti domestici.

Oggi il confine tra gli spazi della vita privata e lavorativa è sempre più sottile. Gli arredi devono, quindi, far fronte alla maggior dinamicità della vita quotidiana del manager che, nel proprio ufficio, oltre a dedicarsi al lavoro, svolge attività diverse e vive più momenti della propria giornata: pranza, legge, si prepara per fare sport, riceve ospiti, colleghi o clienti, etc.

Con l’obiettivo di dare una nuova veste alla storica collezione Mux lanciata da Frezza nel 1984, Stefano Boeri Interiors ha disegnato una linea di prodotti capace di adattarsi al cambiamento di funzioni e attività che si possono svolgere all’interno del proprio spazio di lavoro. Il design degli arredi è concepito per suggerire nuovi modi di usare questo luogo, suddividere gli ambienti, scandire il proprio tempo e dare al manager la possibilità di personalizzare i propri paesaggi lavorativi.

Gli arredi della collezione possono muoversi, trasformarsi e ridisegnare lo spazio che li circonda. Il tavolo che diventa scrivania o tavolo riunioni, è dotato di parti mobili che si sollevano o abbassano in base alle esigenze, oltre ad avere un allungo-contenitore capace di accogliere e conservare le strumentazioni personali, come quelle dedicate alle attività sportive o professionali. A comporre la gamma di prodotti anche un coffee table e una boiserie accessoriata che può essere disposta come separè e contribuire a creare ambienti nuovi e distinti.

L’eleganza del design rende i prodotti idonei ad essere collocati anche tra le mura domestiche, dove oggi è indispensabile avere uno spazio destinato allo smart-working. La linea estetica degli arredi resta pulita, ma ben riconoscibile: il dualismo e la combinazione dei materiali utilizzati, quali legno e fenix, aiuta a delineare le diverse aree e funzioni, mentre le forme e le finiture, pensate per accogliere ogni inclinazione di gusto, si inseriscono in maniera armoniosa anche nelle sfere più private.

“Nel progettare la collezione Mux70 abbiamo lavorato sulle dimensioni di spazio e tempo: spazio come ambiente o insieme di ambienti mutevoli che gli arredi compongono e trasformano; tempo come collezione di momenti e funzioni che gli arredi stessi sono in grado di suggerire e accogliere” afferma l’architetto Stefano Boeri, Founder di Stefano Boeri Interiors – “Per disegnare questo progetto, ci siamo proiettati nel futuro, immaginando quali necessità e trend continueranno a definire la quotidianità del manager di domani. Abbiamo trovato una risposta in arredi modulari capaci di dare forma ad uno spazio versatile, che possa essere funzionale e accogliente al tempo stesso, adatto per il lavoro in team, riunioni formali, ma anche momenti più distesi” conclude l’architetto Giorgio Donà, Partner e Director di Stefano Boeri Interiors.

“Con la collezione realizzata dal team di Stefano Boeri Interiors abbiamo voluto celebrare un traguardo per noi molto importante, come quello dei 70 anni di attività, e lo abbiamo fatto ricordando uno dei nostri prodotti icona del 1984. L’intento non è solo quello di creare un ponte tra la nostra storia e il presente, ma anche quello di anticipare i tempi e in qualche modo creare una collezione di arredi in grado di restare nel tempo.”

Cristian Faggiani, General Manager Frezza.


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Lorenzini Scultore della Terra. Da Savona al Mondo