Marilù S.Manzini, The Kiss – Jail, 2019, Lambda paper on aluminum dibond, Sizes 120 x 140 cm Limited Edition n. 6 + 2 Ap Courtesy Galleria Paola Colombari, Milano

MIA PHOTO FAIR 2020 The Kiss – Il nuovo ciclo fotografico di MARILÙ S. MANZINI

In attesa che l’emergenza Coronavirus allenti la sua presa, lo staff di MIA PHOTO FAIR prosegue il suo lavoro verso la sua decima edizione, che si terrà dal 10 al 13 settembre negli spazi di The Mall a Milano.

Tra le proposte più suggestive selezionate per la prossima edizione della più importante fiera di fotografia in Italia, si segnala quella di Marilù S. Manzini (Modena, 1978), ospitata dalla Galleria Paola Colombari di Milano.

L’artista modenese proporrà la serie di fotografie The Kiss, creata nel 2019 prima della diffusione del virus ma che, riletta alla luce di questi mesi, riveste un nuovo e profondo significato.

Il ciclo infatti propone le immagini di una coppia che cerca di baciarsi e che viene impossibilitata a farlo a causa di vari oggetti che si interpongono tra le loro labbra. Gli innamorati quindi non riescono a scambiarsi un gesto d’amore e ad avvicinarsi a chi vogliono bene. Attraverso questi scatti, Marilù Manzini vuole sottolineare quanto azioni semplici e abituali come un bacio possano essere inaspettatamente interdette e far comprendere l’importanza del rapporto con l’altra persona.

In occasione di MIA PHOTO FAIR, inoltre, Marilù Manzini esporrà un’opera inedita che vede protagonista una donna incinta, sul cui grembo spiccano dei nastri adesivi con la scritta “Quarantine”. Questo lavoro vuole esprimere la necessità della donna di custodire ciò che ha di più prezioso nel suo ventre, l’imposizione esterna che costringe a isolarsi da tutto, la paura che il futuro nascituro debba essere isolato, il diniego dell’amore materno ma anche la vita che nel continuare a nascere è più forte di qualsiasi virus.

INFO

MIA Photo Fair 2020
The Mall – Milano Porta Nuova
P.zza Lina Bo Bardi
10 -13 settembre 2020

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Libri: “Soft Power e l’arte della diplomazia culturale” di Gaetano Castellini Curiel