Meditation Rave x Milano MuseoCity 2024 con Daniel Lumera e ospiti internazionali

Come arte, scienza e spiritualità possono, insieme, dare vita a un’opera d’arte collettiva frutto di una coscienza collettiva?

La risposta sta nel nuovo progetto Meditation Rave x FLA FlavioLucchiniArt Museum in occasione di Milano MuseoCity 2024, in programma sabato 2 marzo dalle ore 10 alle 21 al Museo FLA, uno spazio di 2.000 mq situato all’interno di Superstudio Più in via Tortona 27 a Milano, con oltre 600 opere esposte di Flavio Lucchini, grande personaggio della moda (art director, editore, talent scout di fotografi, creativi e stilisti internazionali), da oltre 30 anni dedito all’arte contemporanea e alla sua Fashion Art.

Meditation Rave si ispira alla performance “La mente meditante”, tenutasi con grande successo a Roma nel settembre 2022 presso il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, e propone nel capoluogo lombardo una giornata non-stop all’insegna della contaminazione tra arte, spiritualità e scienza nell’ambito della manifestazione Milano MuseoCity, a cui aderisce il Museo FLA, organizzata a cadenza annuale dal 2017 con il sostegno del Comune di Milano.

Cuore del Meditation Rave saranno le sessioni di meditazione guidate dal biologo naturalista Daniel Lumera, che per la speciale occasione verrà affiancato da artisti e ospiti dal mondo della scienza e della spiritualità. Autore bestseller conosciuto a livello internazionale, Lumera è esperto in scienze del benessere e meditazione: un cammino di ricerca e divulgazione, iniziato trent’anni fa, che lo ha visto introdurre la pratica meditativa in scuole, ospedali, carceri, imprese e organizzazioni, concorrendo a una profonda trasformazione in termini di consapevolezza e qualità della vita nel tessuto sociale in Italia e all’estero.

In questa linea si inscrive la performance al FLA FlavioLucchiniArt Museum, curata dalla direttrice artistica e regista Felicia Cigorescu: il Meditation Rave intende, infatti, alzare il livello di consapevolezza delle persone sul potere della coscienza collettiva, per un nuovo umanesimo che ponga al centro la cura della sfera spirituale, intesa come superamento della visione individualistica dell’“io” a beneficio di una dimensione unitaria fondata sul “noi”, sull’interconnessione e sulla cooperazione, secondo la quale tutti possiamo contribuire al benessere della vita su questo pianeta. In questi tempi, dove all’ordine del giorno troviamo guerre, separazioni e divisioni, è urgente identificare metodologie in grado di creare un ambiente positivo a livello globale, come è stato dimostrato esserlo la meditazione collettiva.

Nel Meditation Rave x FLA FlavioLucchiniArt Museum, arte, musica e meditazione convergono in un’esperienza percettiva e cognitiva di straordinaria profondità, con l’intenzione di mostrare, grazie alla scienza e alla tecnologia, una via semplice e concreta verso il benessere e la felicità della comunità. Per farlo ci si avvarrà delle più avanzate strumentazioni di Henesis, azienda specializzata nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative e dispositivi medici per migliorare lo stato motorio, cognitivo ed emotivo delle persone. Verranno, così, rilevate in tempo reale le onde cerebrali di Daniel Lumera durante l’esperienza meditativa e restituite in colore, in una gamma in movimento dal blu al rosso, in modo da renderle visibili a tutti i partecipanti, invitati a praticare insieme a Lumera e ai suoi ospiti. I colori mostreranno in modo immediato e altamente emozionale come i cervelli dei presenti, entrando in risonanza, siano in grado di creare un unico cervello collettivo, andando a modificare lo stato di coscienza dell’intero luogo. Il Meditation Rave si trasformerà, così, in un’opera d’arte collettiva creata dalle menti del pubblico, a cui si affida un importante compito sociale: il risveglio delle coscienze.

“Questo evento di meditazione, arte e scienza è una danza collettiva, che annulla i confini della diversità e innalza lo stato di consapevolezza delle persone, celebrando la bellezza dell’umanità”, dichiara Felicia Cigorescu. “Quando ci immergiamo nell’arte, in un museo o in una galleria, entriamo in contatto con l’espressione più profonda della nostra anima. Le opere ci parlano di emozioni, sogni, paure e desideri, e ci invitano a riflettere sulla nostra esistenza. Allo stesso modo il silenzio della meditazione ci consente un viaggio profondo dentro noi stessi, per osservare i nostri pensieri senza giudicarli, aiutarci a comprendere le nostre emozioni e ritrovare un senso profondo di pace, equilibrio e amore. Nell’unione con la sfera spirituale il luogo d’arte diventa testimonianza ancora più viva di un dialogo millenario tra l’artista, l’opera e l’uomo, che, grazie alla scienza, ora possiamo osservare come espressione della coscienza collettiva”.

“La meditazione è un linguaggio universale”, aggiunge Daniel Lumera. “È un linguaggio fatto di silenzi e di ascolto, che lascia la parola alla vita. È compreso da popoli, nazioni, culture anche molto diverse, e porta pace, consapevolezza, compassione, empatia: possiamo quindi considerarlo un’espressione artistica. Poter portare la meditazione all’interno di un museo e unire a questo anche i linguaggi universali dell’arte e della scienza, traducendo tutto in frequenze, numeri e colori, rappresenta un dialogo importantissimo tra mondi, emisferi e modalità di espressione differenti, e rappresenta, quindi, il simbolo della capacità propria dell’essere umano di costruire ponti e non di erigere muri. E di come la diversità sia un’enorme ricchezza che unisce le persone”.

Il progetto Meditation Rave invita i partecipanti a guardare con gli occhi del cuore, superando le differenze e le divisioni tra le persone, per immergersi in un’esperienza comune e aggregante, intensa ed emozionante, all’insegna dello stare bene e di valori universali come la pace, l’amore e l’uguaglianza. È, inoltre, un invito a scoprire il potere della nostra mente, risvegliando creatività, intuizione e forza interiore, e a coltivare gratitudine e meraviglia per il dono della vita, portando l’attenzione sul nostro essere presenti e nel presente, insieme.

Le sessioni di meditazione dalla durata di un’ora, alle quali è possibile prenotarsi tramite piattaforma Eventbrite, saranno arricchite da visite guidate al FLA FlavioLucchiniArt Museum, che presenta, in occasione del tema dell’anno “Mondi a Milano” di Milano MuseoCity 2024, un’esposizione rinnovata delle sue opere BURQA – UNO SGUARDO OLTRE IL VELO e l’installazione FREEDOM dell’artista emergente Laura Rota.

INFO

Meditation Rave x FLA FlavioLucchiniArt Museum
in occasione di Milano MuseoCity 2024
con Daniel Lumera e ospiti internazionali
sabato 2 marzo 2024
al FLA FlavioLucchiniArt Museum di Milano
via Tortona 27 a Milano
 www.meditationrave.com

Le pratiche meditative avranno inizio alle ore 10.00, 12.00, 15.00, 17.00 e 19.00, con visita al percorso espositivo a seguire, inclusa nel biglietto. Si consiglia di portare tappetino o cuscino da meditazione e di indossare abiti comodi. I minori di 14 anni dovranno essere accompagnati da un adulto.

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
A LULLABY Riccardo Bellelli e Luca Campestri alla GALLLERIAPIU di Bologna