MARINELLA SENATORE. Afterglow a Londra

Londra diventerà la casa di MARINELLA SENATORE con la sua mostra diffusa “Afterglow” che dal 9 giugno al 26 agosto 2022, si svolgerà presso la galleria londinese di Mazzoleni così come in selezionati punti chiave della città, tra cui la Battersea Power Station, la SIAL School e l’Ukrainian Social Club ad Holland Park e le Petersham Nurseries a Covent Garden.

Dopo Make it Shine – la prima personale dell’artista con Mazzoleni tenutasi presso la galleria di
Torino tra novembre 2021 e gennaio 2022 – Afterglow rappresenta un’ulteriore tappa. La mostra
non sarà infatti soltanto un’occasione per presentare un nuovo corpus di sculture e disegni negli
spazi espostivi di Old Bond Street, ma andrà ad attivare la città attraverso installazioni di luce
site-specific e performance all’aperto.

La natura “diffusa” di Afterglow dimostra la forte dimensione collettiva e partecipativa della
pratica multidisciplinare di Senatore. Traendo ispirazione dalle tradizionali luminarie del Sud
Italia, elaborate strutture luminose che, in occasione di celebrazioni pubbliche e feste religiose,
adornano le città ricreando cattedrali, piazze e altri elementi architettonici, l’artista inserirà
installazioni di luce sulle facciate e i piazzali di importanti edifici in diverse zone di Londra. Le
luminarie di Senatore “sono come monumenti per le persone, del ‘qui ed ora’, per azioni ed
esperienze.”

Oltre all’aspetto partecipativo, il tema della luce è un’altra componente fondamentale dell’intero
progetto di Afterglow: si tratta infatti di uno dei linguaggi privilegiati da Senatore sin dai suoi
studi in discipline cinematografiche presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. La
luce, elettrica e ottica, materiale e metaforica, diventa mezzo di narrazione e creazione poetica,
così come di resistenza e coesione.

le sculture di luce sono generatori di energia che, sotto forma di fasci luminosi, si propaga attraverso lo spazio, cambiandolo e modificandone le strutture così come gli individui presenti in esso.”

IL PROGRAMMA

Mercoledì 8 giugno l’Ambasciata d’Italia a Londra ospiterà la presentazione del progetto in
forma di conversazione con l’artista e l’esposizione di due sue inedite sculture di luce.
Giovedì 9 giugno, le location selezionate saranno collegate da un viaggio in autobus che
coinvolgerà cantanti e musicisti, ed alcuni collezionisti, curatori e giornalisti (definiti dall’artista
“storytellers”) che erano stati precedentemente coinvolti nella SOND, The School of Narrative
Dance, il celebre progetto partecipativo di Senatore che conta un network di oltre 6
milioni e mezzo di partecipanti in 23 Paesi. SOND è una scuola nomade, gratuita, che basa i
propri valori sull’esplorazione di nuove idee di comunità, empowerment ed emancipazione
attraverso un approccio multidisciplinare che comprende musica, danza e parole. Il bus farà tappa
presso le location selezionate per “attivare” le installazioni pubbliche con una serie di
performance partecipative all’aperto che andranno a coinvolgere i residenti delle diverse
comunità di Londra.

LE LUMINARIE

Le luminarie pubbliche includeranno: Bodies in Alliance (2021) installata sulla facciata
dell’edificio che ospita l’Ukrainian Social Club e la SIAL School (Scuola Italiana a Londra),
dove il coro scolastico parteciperà con una performance di canto; e Assembly (2021), un lavoro
composto da due monumentali installazioni di luce posizionate di fronte alla Power Station presso
il nuovo Battersea Power Station Park, uno spazio ‘aggregativo’ per sua natura, che già nel
2018 in occasione dell’Art Night London aveva ospitato alcuni progetti di Senatore: un network di
partecipanti nuovamente riunito in occasione di questa celebrazione.
La performance principale presso la Battersea Power Station sarà una serie di ‘azioni pubbliche’
che rivelano le ‘dissonanze linguistiche’ di SOND: un corto circuito tra linguaggi e discipline
differenti che generano una forte energia collettiva. Tutti i performer coinvolti condividono con
Senatore valori fondamentali così come connessioni personali e biografiche.

Il cambiamento sociale avviene grazie al potere trasformativo delle esperienze collettive. La ‘fioritura personale’ avviene sempre all’interno del contesto collettivo, che poi è la mia idea di comunità
attiva e trasformativa”.

LA MUSICA

Queste azioni coinvolgeranno diversi tipi di band musicali, come la “Melodians Steel Orchestra
UK”, con sede nel sud di Londra, che eseguirà per la prima volta una versione appositamente
commissionata di “Life on Mars” di David Bowie; ballerini, tra cui “Pointe Black”, una scuola di
danza che mira a un accesso inclusivo al balletto in sintonia con concetti relativi alla
‘decolonizzazione del corpo’, e il “London Contact Improvisation”, un gruppo di ballerini di
contatto, particolarmente rilevante dopo due anni di distanziamento sociale; cori, come un coro
gospel e membri della “Goldsmiths Coral Union”, il più grande coro amatoriale in Inghilterra; una
cantante soprano eseguirà un brano di Schubert legato ad un momento chiave nella vita di Senatore
quando, cioè, realizzò la sua prima opera d’arte; un gruppo di ‘Body Percussion’ che lavorano con
gli anziani, riflettendo sulla ‘mindfulness’ dei movimenti, sullo spazio pubblico e il significato della
senilità nel tessuto sociale; il gruppo parkour “Esprit Concrete”, che collabora da tempo con
Senatore e combina l’Art Du Déplacement con principi psicologici e interventi terapeutici.
Afterglow si inscrive nelle celebrazioni del decimo anniversario di SOND in una più ampia serie
di mostre ed eventi in programma per il 2022 presso importanti istituzioni museali, tra cui la
personale art meets city a Baden-Baden dal 15 luglio al 4 settembre.

Dal 15 settembre 2022, Marinella Senatore presenterà una serie di performance, workshop e installazioni al Palais de Tokyo di Parigi.

Se da un lato le sue sculture di luce attestano l’invito di Senatore ad instaurare un dialogo con la
comunità in un’ottica di impegno sociale, la mostra in galleria cattura un’esperienza più personale
e immersiva. In un ambiente intimo e luminescente che rimanda all’opera Luna del 1968 di Fabio
Mauri, l’esposizione riunisce sculture di luce inedite realizzate con un’innovativa tecnologia neon
mercury-free. In quanto attivista impegnata a livello sociale, la sostenibilità è infatti un tema
essenziale per Senatore che, negli ultimi anni, si sta impegnando concretamente per ridurre
l’impatto ambientale della sua pratica artistica.

Le sculture di luce esposte a parete includono frasi e citazioni legate all’empowerment, quali
Dance First Think Later, citazione di Samuel Beckett. In mostra ci saranno anche nuove
sculture realizzate in vetro fuso a cera persa, quali I Contain Multitudes, che riprende le parole
di Walt Whitman e Autoritratto, che presenta un calco delle mani dell’artista a grandezza
naturale, un elemento iconografico che spesso ritorna nel lavoro dell’artista.

L’esposizione si chiude con una serie di collage e disegni che traggono origine da contesti
eterogenei quali teatro di apprendimento, storie orali, forme vernacolari, danza e musica di
protesta, cerimonie pubbliche, rituali civili ed eventi di massa. Attraverso i suoi progetti
partecipativi, Marinella Senatore si interroga sulle bio-politiche di diverse comunità, aggirando i
ruoli tradizionali dell’artista e del pubblico ed ampliando l’idea di “assemblea”, comunità” e
“rituali.” It’s Time to Go Back to the Street esemplifica tali concetti attraverso una serie
continua di disegni che esplorano la sfaccettata eredità delle manifestazioni di strada in diversi
Paesi, coinvolgendo ecologie di affiliazione, affetto, responsabilizzazione e appartenenza

L’ARTISTA

Marinella Senatore (Cava de’ Tirreni, 1977) è un’artista multidisciplinare, con una formazione in musica, belle arti e cinema. La sua pratica artistica si basa sull’estetica della resistenza e sul potere trasformativo dell’impegno sociale ed è caratterizzata da una forte componente collettiva e dimensione partecipativa. Tra le istituzioni che hanno commissionato ed esposto i lavori e le performance di Senatore a livello nazionale ed internazionale ricordiamo: Queens Museum, NY; High Line, NY; Centre Pompidou Paris; Kunsthaus Zürich; Pearl Art Museum; MAXXI; Palais de Tokyo; Schirn Kunsthalle; Museum of Contemporary Art of Chicago; Berlinische Galerie; Museo del Novecento, Milan; Kunsthalle Sankt Gallen; Faena Art Forum, Miami; Bozar; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo; Museums der Moderne Salzburg; Serpentine Gallery;
CCA Tel Aviv; Museo Madre; Musée d’art contemporain de Montréal; ICA, Richmond; Petach Tikva Museum of Art; BAK Utrecht; Centro de Arte Dos de Mayo; Palazzo Grassi; Museo Boijmans Van Beuningen; Moderna Museet. L’artista ha preso parte alle più importanti biennali di tutto il mondo, tra cui: Biennale di San Paolo; Biennale di Venezia; Biennale di Lione; Biennale di Salonicco; Biennale di Liverpool; Biennale di Atene; Biennale dell’Havana; Biennale di Göteborg; Biennale di Cuenca; Biennale di Pune; Biennale del Sud Tirolo; Biennale di Bangkok e Manifesta 12 a Palermo. Tra i prossimi progetti citiamo le mostre personali presso: Palais de Tokyo, Parigi; Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam; Horst, Villvoorde; Museum Villa Stuck, Monaco di Baviera; Museum der Moderne, Salisburgo; and CCA, Tel Aviv.

INFO

MARINELLA SENATORE. Afterglow
Date: 9 giugno – 26 agosto 2022 | Vernissage (galleria): giovedì 9 giugno 2022, 10.00 – 16.00 | Performance (Battersea
Power Station): giovedì 9 giugno 2022, a partire dalle 18.00
Indirizzo: Mazzoleni, 15 Old Bond Street, W1S 4AX, London
Website: www.mazzoleniart.com

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Fino al 10 ottobre il Festival MILANoLTRE