Libri: “Una donna in carriera – Vendere arte e vendere sesso” di Sophia Giovannitti

Quale è la connessione tra arte e sesso? E vendere un’opera d’arte è assimilabile alla prostituzione? “Una donna in carriera – Vendere arte e vendere sesso” di Sophia Giovannitti è un’esplorazione personale, provocatoria e arguta, che scava nelle dinamiche del sistema dell’arte contemporanea e in quelle della prostituzione per metterle a nudo.

Arte e sesso sono attività che appartengono alla dimensione del sacro e come tali dovrebbero essere tenute al riparo dagli appetiti del mercato. Eppure, entrambe alimentano due industrie incredibilmente redditizie, costruite sulla mercificazione della creatività e del desiderio, dell’originalità e dell’intimità.

Entrambe abbondano di prezzi gonfiati, di truffe, di sfruttamento, e in entrambe vige una legalità dai confini indistinti. La nostra reazione a tutto ciò non dovrebbe tuttavia tradursi in un’indignazione morale o politica, né in una regolamentazione legale o in un rifiuto, quanto invece – sostiene Sophia Giovannitti – in un processo di progressiva accettazione, attraverso il quale è possibile sperimentare un modo più autonomo di vivere, scardinando la macchina totalizzante del capitalismo.

La vendita di un’opera d’arte è sempre stata assimilata alla prostituzione – vendere la propria arte significa prostituirla.

Sophia Giovannitti

Con candore e intelligenza, Giovannitti attinge alla teoria culturale e politica, al mondo dell’arte contemporanea e alla sua esperienza come artista e sex worker per affrontare il tema della sovrapposizione materiale e metaforica tra il mercato dell’arte e quello del sesso.

Scritto in prima persona, il suo libro d’esordio tocca questioni quali la prostituzione e la pornografia, i punti ciechi di movimenti riformisti come il MeToo, le battaglie sociali delle lavoratrici del sesso e, soprattutto, la ricerca di un’alternativa a immaginari precostituiti e alla tirannia del lavoro capitalistico come struttura dominante delle nostre vite.

In questo racconto autentico e provocatorio, basato su cose che «ho venduto, vissuto, fatto, guardato, sentito, odiato e voluto», Giovannitti ci invita a superare i nostri pregiudizi rispetto all’arte e al sesso per trovare inediti, seppur piccoli, spazi di libertà. Perché, quando non c’è più nulla da proteggere, tutto diventa possibile.

L’AUTRICE

Sophia Giovannitti è un’artista concettuale e sex worker che vive e lavora a New York. Si interessa in particolar modo al fenomeno della mercificazione del corpo e dell’arte, ai meccanismi dietro al riconoscimento del valore degli artisti e all’odierna distorsione della realtà attraverso le immagini e il linguaggio. I suoi video e le sue performance sono stati ospitati nelle gallerie di New York, alla Biennale di Atene e all’ICA di Londra. Scrive articoli sul gender e il sesso per varie riviste online. Una donna in carriera è il suo primo libro dove riflette sull’arte e sulla sua vita da sex worker.

INFO

“Una donna in carriera – Vendere arte e vendere sesso”
Sophia Giovannitti
ANNO 2023
FORMATO 15 x 21 cm
PREZZO 21,00 €
COLLANA non solo Saggi
PAGINE 200
ISBN 978-88-6010-346-8
Johan & Levi editore

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Mart approda su Alexa, l’assistente vocale di Amazon