LAVORETTO L’installazione di Giuseppe De Mattia per Toast Project Space di Firenze

Continua la programmazione di TOAST Project Space, lo spazio indipendente nato nell’ex casotto della portineria di Manifattura Tabacchi, con Lavoretto, l’installazione di Giuseppe De Mattia a cura di Stefano Giuri, visitabile nel Giardino della Ciminiera.

“Lavoretto” è un ritratto della condizione contemporanea dell’artista “mid-career”. Si tratta di un’installazione in cui l’artista trasformerà il gabbiotto di Toast in un call center. Giuseppe De Mattia approfitterà della conformazione e della storia lavorativa dello spazio per ricreare una performance artistica in cui due performer/telefonisti, seguendo copione e regole imposte dall’artista, cercheranno di “sottoporre” il risultato della performance in atto a musei e istituzioni, in Italia e all’estero.

I due operatori/performer porteranno a termine un’intera e singola giornata di lavoro riconosciuta con una retribuzione base di un lavoratore dello spettacolo. Una pausa pranzo, una partita di calcetto nei campi del Dopo Lavoro Ferroviario, di fronte a Manifattura Tabacchi, e una cena in pizzeria prima del rientro a casa, saranno la conclusione della giornata e della performance privata.

La piattezza e la routine della giornata annullano semanticamente l’importanza del turno di lavoro per l’artista e ne minimizzano il senso e il fine ultimo: trovare una posizione nel mondo dell’arte.

Al pubblico, per un mese, rimane una “vivisezione” dell’esperienza performativa che diventa una vera e propria installazione, con arredi per l’unità lavorativa disegnati dall’artista, un audio e due fotografie. Seguirà la pubblicazione di un libro, edito da Aosta Publishing, che ne svelerà tutti i retroscena e i risultati

La performance “Lavoretto” è stata realizzata grazie al sostegno di Manifattura Tabacchi e Regione Toscana Toscanaincontemporanea 2021 all’interno dell’iniziativa “Dai, già noi, solo i brutti ricordi”, un progetto di Teatro Studio Krypton.

INFO

Lavoretto, Giuseppe De Mattia
a cura di Stefano Giuri
Fino al 30 gennaio 2022
Manifattura Tabacchi | Via delle Cascine 35, Firenze
Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato
Viale della Repubblica 277, 59100 Prato

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Visit: Giulio Locatelli “TECLA” il nuovo appuntamento di Platea