BODY Border, Emilia Agosti alla Galleria d’arte Ottonovecento di Laveno Mombello

La galleria D’arte Ottonovecento presenta la mostra “Body Border”, una selezione tra le opere di body printing dell’ultima produzione dell’artista Emilia Agosti.

La mostra sarà visitabile da venerdì 28 maggio a domenica 13 giugno 2021 presso la sede della Galleria Ottonovecento a Laveno Mombello.
La ricerca di Emilia Agosti si basa sulla traccia e sulla memoria. Le sue opere di body art sono pigmento puro che la tela ricorda. Sono chiamate Body Printing: il corpo colorato di pigmento si fa macchina e si imprime sulla tela e la tela ha memoria di quell’impressione.
Proprio come una rotativa stampa giornali e quotidiani che parlano della cronaca e diverranno, negli anni, memoria del tempo passato, così il corpo, che è vascello d’anima del quotidiano, nell’arte di Emilia Agosti, si “stampa” e diventa memoria del momento passato, di com’era. Un lavoro sulla memoria dunque, ma non solo: l’uso del pigmento puro ci parla di una volontà di purezza ed eleganza chimica.

La memoria che l’Artista vuole imprimere deve avere un solo colore puro, poiché vuole essere affine all’universo nei suoi componenti più basilari: pigmento, polvere, atomi.

Ecco allora il collegamento al contempo atomico, universale e umano: il pigmento è rappresentazione degli atomi infinitesimi; il corpo nudo è l’essere umano, biologico e vascello di vita, che sta nel mezzo; il colore unico è unione, universo.
E’ quindi una ricerca su molteplici livelli e dalle molteplici letture.

INFO

BODY Border, Emilia Agosti
Galleria d’arte Ottonovecento,
Lungolago De Angeli 40,
Laveno Mombello, (VA)
28 maggio – 13 giugno
www.89cento.it

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Resisting the Trouble – Moving Images in Times of Crisis alla Manifattura Tabacchi di Firenze