Arena for a Tree walk-in art intervention by Klaus Littmann Münsterplatz Basel, 2021 Presented by: KBH.G Photo: Gerhard Maurer

Arena per un albero – Klaus Littmann a Basilea

Nel 2019 il progetto di Klaus Littmann ‘For Forest – Il fascino indomito della natura’ a Klagenfurt ha entusiasmato la scena artistica e culturale internazionale. Di più, ha incarnato lo spirito dei tempi e delle persone di tutto il mondo. Ora continuerà a Basilea.

La Fondazione culturale Basilea H. Geiger | KBH.G presenta la continuazione del progetto di Littmann realizzato in due parti, che unisce natura e arte. La prima, l’intervento artistico temporaneo ‘Arena für einen Baum’ (Arena per un albero) accessibile al pubblico nella Münsterplatz di Basilea.
La seconda, la mostra ‘Tree Connections’ che si terrà nello spazio espositivo della KBH.G dedicata al progetto di Littmann e all’albero come topos multiforme nella storia dell’arte – dal XIX secolo ai giorni nostri.

L’opera ‘Arena per un Albero’ è visivamente e fisicamente trasparente sia verso l’interno che verso l’esterno ed offre a 50 persone alla volta un posto a sedere con vista sul protagonista principale collocato al centro.

“La natura stessa è un’enorme opera d’arte, a cui si può dedicare qualcosa in più”,

Così Klaus Littmann spiega l’intenzione della sua installazione intorno a un singolo albero, in cui i visitatori e i passanti possono entrare ogni giorno dalle 11 alle 20 e dove possono affrontare consapevolmente il tema dell’opera d’arte. L’arena, progettata in collaborazione con la Società Schnetzer Puskas Ingenieure, ha un
diametro di dodici metri e ha la forma di un cesto rotondo con un intreccio rado che, con la sua altezza di otto metri, circonda l’albero proteggendolo quasi fino alla sua punta. La forma esterna e la struttura delle singole lamelle che formano l’”intreccio” imitano nelle loro irregolarità quelle di un albero.

Insieme alla tribuna circolare all’interno rappresentano gli anelli di accrescimento annuale degli alberi. Come a Klagenfurt, l’architetto paesaggista svizzero Enzo Enea è responsabile della selezione e della coltivazione dell’albero. Non è una questione di mera bellezza e vigore, ma la scelta è piuttosto determinata
dall’integrazione nella popolazione di alberi di Basilea e dall’adattamento a lungo termine della sua specie alle mutate condizioni causate dal riscaldamento globale. Perché questo albero è molte cose: un rappresentante del bosco, un ambasciatore della natura e della sua conservazione e, naturalmente, un
testimonial del ciclo di mostre. “L’Arena”, afferma Klaus Littmann, “lascerà di nuovo il Münsterhügel, l’albero metterà le sue radici definitivamente a Basilea e sarà regalato alla città.”

LA MOSTRA

Mostra ‘Tree Connections’ dall’11 maggio all’11 luglio
La mostra di Littmann nello spazio espositivo della KBH.G presenta circa 75 opere di 45 artisti che rappresentano la pluralità dell’impegno artistico con la natura. Tra questi ci sono lo svizzero e studente di Diday Alexandre Calame e il pittore paesaggista tedesco Christian Friedrich Gille, i cui dipinti documentano come nel XIX secolo l’albero si sia trasformato da semplice ornamento in protagonista principale. L’attenzione, tuttavia, è chiaramente sul XX secolo. Qui l’albero è presente in tutte le forme di rappresentazione e di arte. Come i rilievi di Hans Arp, le sculture di Günther Uecker, Tony Cragg, Jannis Kounellis, Sol Lewitt, Giuseppe Penone, Vito Acconci, i disegni di progetto di Christo, gli oggetti di Meret Oppenheim e ancora nelle opere di Joseph Beuys, di cui Klaus Littmann è stato studente quando ha frequentato l’Accademia d’Arte di Düsseldorf negli anni ’70. Molte delle opere, provenienti quasi esclusivamente da collezioni private svizzere, non sono mai state esposte al pubblico ed alcune sono state create appositamente per ‘Tree Connections’. “In questo modo i nostri trasporti d’arte avvengono il più possibile a zero emissioni di CO2 e allo stesso tempo possiamo mostrare che le esperienze artistiche non sempre richiedono lunghi viaggi o trasporti”, Klaus Littmann spiega la sua preoccupazione, “il lavoro degli artisti in esposizione è ampio e diversificato, non dobbiamo sempre concentrarci su un’unica opera iconica. In altre parole, in ogni Paese c’è un’opera interessante di Christo, di Meret Oppenheim o di Tony Gragg”. La mostra sarà accompagnata e illustrata in un catalogo ricco di contributi (progettato dallo Studio Marie Lusa, edizione Hatje Cantz) con saggi di John McDonald, Florian Illies e
Isabel Zürcher. Come per tutti i progetti della Fondazione culturale Basilea H. Geiger|KBH.G, il
catalogo e l’ingresso sono gratuiti.

INFO

Dal 27 aprile al 24 maggio
Intervento artistico ‘Arena für einen Baum’ (Arena per un Albero) accessibile al pubblico sulla Münsterplatz ogni giorno dalle 11 alle 20.
Dall’11 maggio all’11 luglio Mostra ‘Tree Connections’ nella Fondazione culturale Basilea H. Geiger| KBH.G
tutti i giorni (tranne il martedì) dalle 11 alle 18 o su appuntamento.
klauslittmann.com
https://www.instagram.com/kbhgeiger

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Claire Fontaine – Pasquarosa – Marinella Senatore al Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes di Napoli