Apre il MIA FAIR. La fiera in venti immagini

E’ stata inaugurata l’edizione 2021 del MIA FAIR. Dal 7 al 10 ottobre 2021, la più importante fiera italiana dedicata alla fotografia, diretta da Fabio e Lorenza Castelli, ritorna con le visite in presenza, dopo l’annullamento dell’edizione 2020 a causa dell’emergenza sanitaria, con una lunga serie di interessanti novità.

La decima edizione di MIA Fair è tutta speciale. A partire dall’artista che cura l’immagine coordinata: il fotografo britannico Rankin che si è sempre contraddistinto, durante la sua lunga carriera, per l’approccio audace dietro l’obiettivo. Un estro capace di dar vita a immagini incisive, ritratti che rientrano a pieno titolo nell’iconografia contemporanea. Per dare un volto “inedito” alla fiera, Rankin ha utilizzato le immagini tratte dal suo progetto Saved by the Bell.

MIA Fair non poteva dimenticare di rendere omaggio a uno dei suoi più cari amici, Giovanni Gastel, recentemente scomparso. E lo fa proponendo il progetto espositivo che il fotografo milanese aveva ideato per l’edizione 2020.

Il conto alla rovescia è finito! Finalmente – affermano Fabio e Lorenza Castelli – dopo un anno per tutti molto complicato, possiamo aprire le porte di MIA Fair e della sua nuova casa: SUPERSTUDIO MAXI. Uno spazio adatto alle nostre esigenze che ci permette di allargare lo spettro d’indagine sul mondo della fotografia contemporanea. Ci piace altresì sottolineare il significato simbolico di questo trasferimento: MIA Fair è il primo grande evento di questa sede, che sorge in zona Famagosta a Milano, un quartiere in rapida evoluzione che si candida a essere, nel prossimo futuro, uno dei poli culturali più propositivi della città, una prospettiva in cui crediamo e su cui vogliamo scommettere”.
E se quella della location – proseguono Fabio e Lorenza Castelli – è la novità più evidente, molte sono le sorprese che il pubblico potrà apprezzare, come le due nuove sezioni, MIDA Milan Image Design Art – che analizza il dialogo tra la fotografia e il design, o Beyond Photography/Dialogue, a cura di Domenico De Chirico – che approfondisce il rapporto con l’arte contemporanea”.

LA LOCATION

MIA Fair ha scelto di spostarsi in una nuova sede: al SUPERSTUDIO MAXI a Milano (via Moncucco 35), in zona Famagosta, che si appresta a diventare uno dei poli della fotografia in città.
I 7.000 m² dello spazio espositivo offrono l’opportunità di ampliare ulteriormente i campi disciplinari di MIA Fair, concentrandosi sulla ricerca e sulla trasversalità dei linguaggi artistici contemporanei, offrendo al pubblico un mosaico sullo stato attuale e sulle prospettive della fotografia.
MIA Fair conferma in questo modo il proprio ruolo strategico, proponendo anno dopo anno, un programma di qualità, in grado di accompagnare le evoluzioni tecniche, stilistiche e di contenuto del linguaggio fotografico che meglio di qualsiasi altro sa interpretare la società di oggi.

GLI ESPOSITORI

La Main Section, il cuore della fiera, si presenta con un panel di 90 gallerie, sia italiane che straniere.
Le mutate e migliorate condizioni sanitarie, unite all’attrattività della nostra proposta culturale, hanno infatti convinto numerosi espositori esteri provenienti da Paesi quali Svizzera, Paesi Bassi, Francia, Stati Uniti, Belgio, Germania, Slovenia, Grecia, Montenegro, Norvegia, Regno Unito, Svezia, Ungheria, a tornare a Milano per mostrare quanto di meglio l’universo della fotografia è in grado di proporre.
La presenza delle gallerie dai Paesi Bassi (Artitled di Herpen, Smith-Davidson Gallery e Suite59 Gallery di Amsterdam) è patrocinata dal Consolato del Regno dei Paesi Bassi.

Quest’anno il visitatore di MIA Fair trova sul sito della fiera una sezione phygital denominata ArtOnWall (una tecnologia che connette il mondo online e offline, creando una customer experience molto più completa), in cui potrà visualizzare le opere allestite in diversi ambienti architettonici.

LE NOVITA’

Tra le tante sorprese di MIA Fair, anche due nuove sezioni.
La prima è MIDA – Milan Image Design Art, dedicata a progetti che creano un dialogo tra la fotografia e il design e conta 11 espositori.
Al suo interno si trova Parallel, una mostra curata da Mosca&Partners, di Valerio Castelli e Caterina Mosca, con una selezione di oggetti ideati da designer internazionali contemporanei, edizioni limitate, art-design, progetti di ricerca innovativi che ragionano in termini di sostenibilità ambientale, e artigiani che producono piccole serie di altissima qualità, che si rapportano con lavori di fotografia.
Tra gli espositori già confermati Emmanuel Babled (Glass Design + Photo Project) con Valentina Zanobelli (Photography) Michele De Lucchi (design) con Tom Vack (fotografia), Mario Trimarchi (design) con Santi Caleca (fotografia).
A questa, si affiancano altre due rassegne: la prima, allestita nello stand di Nicola Quadri (Milano) / Paul Jackson Gallery (Stoccolma, Svezia), curata da Sofia Rudling, presenta un focus sul design e la fotografia scandinavi, con opere di Tuija Lindström, Åke E:son Lindman, Adam Karls Johansson, Tobias Regell, Ewa-Marie Rundquist, Felix Odell, Denise Grünstein, Maria Friberg, Christer Strömholm, Anders Petersen, Lisen Stibeck, Nathalia Edenmont, Inka & Niklas, Julia Peirone, Martina Hoogland Ivanow, autori che sottolineano il gioco dei contrasti nei gusti e negli stili che ha segnato il design della scuola nordica del XX secolo.
L’altra, curata da Alessandro Stefanini, si propone come una Wunderkammer con mobili vittoriani trasformabili, curiosi e ironici, che dialogano con l’occhio altrettanto ironico del grande fotografo Elliott Erwitt. Altri espositori partecipanti alla nuova sezione sono Arionte Arte Contemporanea, Atelier Relief di Parigi / Bruxelles, BABS Art Gallery, Deodato Arte, Galleria 1968 Photography – PrimoPiano, Galleria Paola Colombari e Red Lab Gallery.

Dopo il successo del 2019, ritorna Beyond Photography, il format che si pone come obiettivo quello di sottolineare cosa vuol dire oggi ‘fotografia’ soprattutto in rapporto al mondo dell’arte contemporanea.
Al suo interno, la nuova sezione Beyond Photography – Dialogue, curata da Domenico de Chirico, è riservata alle gallerie con un’attività focalizzata sulla promozione di artisti internazionali, il cui progetto espositivo – pensato ad hoc – è volto alla creazione di un dialogo stimolante tra una proposta fotografica in primis e una il cui medium espressivo indagato si manifesti attraverso forme alternative di ricerca artistica tra cui: scultura, installazione, pittura e video.
In questa prospettiva, Beyond Photography si configura come un luogo privilegiato di incontro che colloca al centro la Fotografia in “dialogo” con gli altri linguaggi di arte contemporanea.
Le gallerie partecipanti sono: BIANCHIZARDIN (Milano), KUK Gallery (Colonia, Germania), Marignana Arte (Venezia), Michela Rizzo (Venezia), Sharevolution C.A. (Genova), Photo&Contemporary (Torino), Rhomi Martens and Flurin Bisig (Anversa, Belgio), Manuel Zoia (Milano).

NEW POST PHOTOGRAPHY: UN NUOVO PREMIO E DUE MOSTRE

In linea con i principi di rafforzare il ruolo di piattaforma culturale dove discutere di fotografia nei suoi aspetti più profondi, MIA Fair propone il premio New Post Photography che si rivolge alla promozione delle tendenze più creative e alle ricerche artistiche del mondo della fotografia contemporanea.
La giuria, composta da Gabi Scardi (critica e curatrice d’arte contemporanea, direttrice artistica del progetto Nctm e l’arte), Gigliola Foschi (curatrice, docente, membro del Comitato Scientifico di MIA Fair), Paolo Agliardi (architetto, collezionista, fondatore di CAP contemporary art projects), Carlo Sala (curatore, docente, direttore artistico del Festival Photo Open Up e membro del comitato curatoriale della Fondazione Francesco Fabbri Onlus), Giorgio Zanchetti (storico dell’Arte, docente, curatore, membro del Consiglio di Amministrazione di MUFOCO) e da Claudio Composti, nuovo membro della giuria 2021 (gallerista e curatore), ha selezionato 34 autori – 15 per la prima edizione e 19 per la seconda – i cui progetti saranno presentati in due mostre distinte – una per l’edizione del 2021 e una per quella del 2020, che non si è potuta allestire, a causa della pandemia.
Grazie alla curatrice greca Nina Kassianou, per lungo tempo collaboratrice del MOMus – Thessaloniki Museum of Photography e del Photographic Center of Skopelos e promotrice di Return Ithaca, verrà proposta una residenza d’artista nell’isola greca a un artista tra i premiati di New Post Photography 2020 e 2021, che culminerà nella produzione di un progetto fotografico di respiro interazionale realizzato sotta la guida di Krzysztof Candrowicz, curatore e Art Director del Fotofestiwal di Łódź, Polonia, e di Martin Breindl, curatore e media artist FLUSS, Wolkersdorf, Austria. Il risultato della residenza sarà esposto in una sede europea che di anno in anno cambierà.
La mostra di New Post Photography verrà, inoltre, ospitata a Bratislava grazie alla partnership con Mesiac Fotografie (Mese della Fotografia) di Bratislava (Slovacchia), fondato nel 1992 e curato da Václav Macek. La trentunesima edizione del Mesiac Fotografie si terrà dal 2 al 20 novembre con un calendario di 30 eventi, tra presentazioni editoriali, proiezioni cinematografiche, convegni e mostre, focalizzandosi su artisti dell’Europa Centrale e dell’Est.

I PREMI DI MIA FAIR

Premio BNL Gruppo BNP Paribas
Il Premio BNL Gruppo BNP Paribas è quello di maggior rilievo della manifestazione. Per la decima edizione BNL Gruppo BNP Paribas conferma la sua partecipazione in qualità di Main Sponsor di MIA Fair, forte del proprio ruolo e della propria storia come uno dei principali gruppi bancari italiani che ha dimostrato in molte occasioni la volontà di difendere il patrimonio artistico del nostro Paese e di sostenere lo sviluppo di talenti creativi.
Vincitrice è Federica Belli (la foto di copertina)
Gli altri finalisti sono: Elizabeth Aro, Manuel Braun, Laurent Chéhère, Anna Di Prospero, Yojiro Imasaka, Francesco Jodice, Vangelis Kyris & Anatoli Georgiev, Marc Lagrange, Yushi Li, Gregori Maiofis, Beth Moon, Giulia Parlato, Lamberto Pignotti, Nicolò Quirico.
Il riconoscimento vuole essere una nuova occasione per confermare l’interesse di BNL Gruppo BNP Paribas nello sviluppo della cultura e nella ricerca dell’arte contemporanea in Italia. La partecipazione è riservata a tutte le opere di artisti che espongono attraverso le gallerie scelte dal Comitato di selezione di MIA Fair. L’opera vincitrice sarà acquisita da BNL Gruppo BNP Paribas e l’artista entrerà a far parte della collezione della banca, che ad oggi conta oltre 5.000 lavori.
La giuria del Premio BNL Gruppo BNP Paribas ha deciso inoltre di assegnare una menzione speciale alla fotografia UNTITLED (FLOWERS 21) di Giovanni Gastel, rappresentato dalla fondazione a lui intitolata.

Premio “New-Post Photography” – I e II Edizione
Il Premio “New-Post Photography”, nato nel 2020, promuove i nuovi linguaggi di una fotografia capace di confrontarsi con il mondo contemporaneo in modo innovativo.
Il fine è quello di analizzare come le nuove tendenze della fotografia contemporanea s’interroghino su come stia cambiando questa forma di espressione in un mondo sempre più sovraffollato di immagini, o su come si rapportino con l’universo dinamico dei social e con gli altri linguaggi dell’arte, o ancora come affrontino tematiche urgenti come i mutamenti climatici, le migrazioni, le guerre, le disparità sociali, gli effetti della pandemia, uscendo da una logica superficiale e puramente illustrativa per mostrare realtà nascoste, porre nuovi interrogativi o mettere in gioco un linguaggio visivo che sappia evocare un senso profondo.
Per l’edizione 2021, considerato il pregevole livello qualitativo dei progetti proposti, spesso anche accompagnati da interessanti dummy photo book o libri d’autore, la Giuria composta da Gabi Scardi (critica e curatrice d’arte contemporanea, direttrice artistica del progetto Nctm e l’arte), Gigliola Foschi (curatrice, docente, membro del Comitato Scientifico di MIA Fair), Paolo Agliardi (architetto, collezionista, fondatore di CAP contemporary art projects), Carlo Sala (curatore, docente, direttore artistico del Festival Photo Open Up e membro del comitato curatoriale della Fondazione Francesco Fabbri Onlus), Giorgio Zanchetti (storico dell’Arte, docente, curatore, membro del Consiglio di Amministrazione di MUFOCO) e da Claudio Composti, nuovo membro della giuria 2021 (gallerista e curatore), ha esteso la selezione dei vincitori a 19 artisti (4 in più rispetto ai vincitori della prima edizione del Premio) a fronte di un’adesione che ha contato più di 140 candidature.
I vincitori – Alessandra Baldoni, Nicola Bertasi, Alberto Ceresa, Matteo Cirenei, Tina Cosmai, Leonardo Magrelli, Luca Marianaccio, Amaranta Medri, Francesco Merlini, Novella Oliana, Camila Orozco, Michele Palazzi, Stefano Parrini, Edoardo Romagnoli, Gian Marco Sanna, Kai Uwe Schulte-Bunert, Marco Tagliafico, Stefano Tubaro, Silvio Wolf – proporranno i propri lavori, all’interno di una mostra allestita a MIA Fair.
Insieme ai vincitori del Premio 2021, verranno presentate al pubblico in un’apposita rassegna le opere degli autori selezionati per la prima edizione del Premio nel 2020 – Silvia Bigi, Oscar Brum Ramirez, Giancarlo Dell’Antonia, Elena Franco, Luca Gilli, Marco Guenzi, Maria Chiara Maffi, Occhio Magico, Giulia Maiorano, Oriella Montin, Mauro Pinotti, Giovanni Presutti, Patrizia Riviera, Carolina Sandretto, Alessandro Toscano -, non esposti a causa della pandemia che ha comportato la cancellazione della fiera.
Franco Carlisi, direttore della rivista Gente di Fotografia, ha selezionato i portfolio di Federica Belli e di Michele Palazzi da pubblicare sul numero della rivista che uscirà in concomitanza con la decima edizione di MIA Fair.
Vincenzo Maccarone e Claudio Composti (direttori di mc2 gallery, con sedi a Milano e a Luštica Bay nel Montenegro) durante MIA Fair annunceranno il nome dell’autore, tra quelli presenti nella mostra New-Post Photography, a cui dedicheranno una personale entro il 2022.

Premio GAA Fotografia di Architettura – II Edizione Elena Chernyshova (primo classificato) e Patrizia della Porta (Menzione d’Onore) sono i vincitori della seconda edizione del Premio GAA Fotografia di Architettura. Selezionati dalla Giuria composta da Angelo Maggi, professore universitario all’Università Iuav di Venezia, Damien Bachelot, collezionista, Elena Franco, architetto e fotografa, Fabio Castelli, Fondatore e co-Direttore MIA Fair, Francesca Taroni, direttore della rivista Living, Corriere della Sera e Tiziana Bonomo, direttore ArtPhotò.
Il riconoscimento, organizzato in partnership con lo Studio GAA Giaquinto Architetti Associati e in collaborazione con ArtPhotò di Tiziana Bonomo, in continuità con il progetto inaugurato durante MIA Fair 2019, è dedicato alla fotografia di architettura e mira a valorizzarne la capacità di far scoprire al pubblico lo spazio, le atmosfere, i paesaggi e le trasformazioni che si vivono quotidianamente. Il migliore tra gli artisti candidati tramite le gallerie partecipanti riceverà da parte dello Studio GAA un premio acquisto. In uno spazio espositivo dedicato al Premio, allestito a SUPERSTUDIO MAXI, saranno presentati i lavori del progetto vincitore e quelli della Menzione d’Onore.

Premio Esplorare Gavi – Immagini d’autore dal Piemonte – I Edizione
Tra le novità, MIA Fair ospiterà la prima edizione del Premio Esplorare Gavi – Immagini d’autore dal Piemonte, promosso dal Consorzio Tutela del Gavi, il grande vino bianco piemontese, in collaborazione con MIA Fair, con l’organizzazione e la comunicazione di The Round Table, con il patrocinio di ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo e con il supporto dell’Associazione Fotografi Professionisti – AFiP International e dell’Associazione nazionale fotografi professionisti TAU Visual.
L’iniziativa si pone come obiettivo quello di promuovere il territorio del Gavi Docg attraverso la fotografia d’autore, raccontandone i suoi caratteri distintivi, i suoi landmark, i suoi protagonisti nonché le diverse esperienze che si possono vivere in questo splendido luogo. Le modalità narrative considerate sono: la fotografia di paesaggio, la fotografia still-life e la ritrattistica.
Il linguaggio della fotografia d’arte può far percepire i valori, la storia e le caratteristiche peculiari di un territorio distinguendolo da altri luoghi. La giuria composta da Fabio Castelli – Fondatore e co-Direttore MIA Fair, Roberto Mutti – Curatore d’arte, Denis Curti – Curatore d’arte, Antonio Carloni – Direttore di Cortona On The Move, Maddalena Fossati – Direttrice Condé Nast Traveller Italia e de La Cucina Italiana, Massimiliano Tonelli – Direttore di Artribune e Maurizio Montobbio – Presidente Consorzio Tutela del Gavi selezionerà l’artista vincitore, le cui immagini saranno esposte durante MIA Fair in uno spazio dedicato, e produrrà un lavoro su commissione e ulteriori occasioni di visibilità nel Territorio del Gavi.
La Giuria ha selezionato Loredana Mantello, come primo premio e le fotografe di Tiago&Tania e Monica Silva – secondi classificati ex aequo.

Premio Punctum –  Sinestesie Cromatiche – I Edizione
Fondazione Maimeri con il patrocinio scientifico dell’Università degli Studi di Milano (Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali e Dipartimento di Studi Storici), in collaborazione con MIA Fair e con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti – TAU Visual, promuove la prima edizione del Premio PUNCTUM – Sinestesie Cromatiche.
Il bando è indirizzato a fotografi professionisti e amatoriali che vogliano interrogarsi sul rapporto tra fotografia e colore. Il tema della call si rivolge a tutti i generi fotografici, da quella artistica a quella di mondo, dal fotogiornalismo al documentarismo, dalla fotografia naturalistica alla produzione vernacolare.
I lavori dei 10 fotografi vincitori – Francesca Artoni, Francesco Barbato, Nicola Cazzulo, Carlo Di Giacomo, Carlo D’Orta, Alberto Magrin, Carlo Pettinelli, Giuliano Rovere, Virginia Vettori e Romana Zambon – verranno presentati a MIA Fair e una selezione di opere meritorie verrà esposta, nel corso del 2021, al Museo Marino Marini di Firenze.
La premiazione dei dieci vincitori si terrà domenica 10 ottobre alle ore 16.30, nell’Area Talk di SUPERSTUDIO MAXI.

LE 20 IMMAGINI

INFO

MIA Fair | Milan Image Art Fair 2021
SUPERSTUDIO MAXI
Milano Famagosta (via Moncucco 35)
7 – 10 ottobre 2021


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
Rafael Silveira Metaforamorfoses alla Dorothy Circus Gallery di Roma