AKASHA “Il servizio dell’arte attraverso la memoria universale” di Francesca Candito

Gilda Contemporary Art presenta AKASHA – “Il servizio dell’arte attraverso la memoria universale” mostra personale di Francesca Candito a cura di Cristina Gilda Artese.

La galleria milanese ubicata nel cuore del quartiere delle 5 Vie inaugura la stagione espositiva del nuovo anno con una mostra e un progetto collaterale di Francesca Candito.

Con la personale di Francesca Candito ed il progetto “AKASHA – Il servizio dell’arte attraverso la memoria universale”, la galleria conferma la propria visione di un’ Arte a disposizione del pubblico ed a beneficio del pubblico, dove la fruizione dell’arte, nelle sue espressioni più pure, diventa non solo approfondimento intellettuale ed esperienza estetica ma anche spirituale e di crescita per l’individuo.

La ricerca di Francesca Candito nasce dalla pittura, quasi in forma classica e attraversa la spiritualità unendosi infine al ricamo che fa da connettore con i messaggi che arrivano da uno spazio invisibile eppur tangibile: l’Akasha. In mostra saranno esposti piccoli lavori su tela e tessuto.

In sanscrito Akasha significa Etere, elemento che ha avuto origine dal vuoto, prima della vita e della materia. All’interno dell’Akasha sono custodite le memorie che si sono create a partire dal primo seme di vita sulla terra. Ogni pensiero di ogni uomo, ogni azione, ogni parola è stata registrata fino ad oggi nell’etere. Tutto dentro uno spazio che continua a ricevere ogni presente. La cosa interessante è che questa memoria è possibile interrogala perché è a servizio delle persone al fine di supportarle nel personale cammino evolutivo.

Così la galleria ha pensato di mettere questo servizio a disposizione: Una lettura personale dei registri Akashici.

La lettura dura circa un’ora dove la persona può portare una o più domande sulla propria vita personale (ad esempio: perché mi capita sempre di attrarre persone di un certo tipo? Perché mi va male il lavoro? In questa o in altre vite ho avuto dei traumi che mi creano dei blocchi di espressione del mio pensiero?).

In galleria è stato dedicato uno spazio specifico dove l’artista e la persona che riceverà il servizio, si potranno dedicare al lavoro senza essere disturbati. Francesca riceve scrivendo, di seguito legge la risposta e ne salva un audio in modo che la persona possa portare a casa tutte le parole arrivate per poter andare con calma in profondità del messaggio che le è stato destinato. Chi può parlare in questo spazio può essere la propria anima, il sé superiore o i Maestri Ascesi.

Le informazioni che arrivano sono sempre solo unicamente per l’evoluzione e l’arricchimento della persona e sono dense di gioia e amore. La sezione viene chiusa e dopo circa 15 giorni la persona riceverà un’opera d’arte fatta su misura poiché vi saranno le parole chiave della lettura e le immagini che l’anima o i maestri hanno indicato.

L’ARTISTA

Francesca Candito (Roma 1975). Si Laurea in Pianificazione Territoriale Urbanistica Ambientale alla Facoltà di Architettura di Milano e si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera. La sua ricerca procede tra i due studi di Milano e Verona. Tra le sue esposizioni personali ricordiamo: “Tu sei ciò che porti da mille vite” Museo Minimum Monza (2022), “Rinascere” e la performance “Rinascita dal cielo alla terra. Le parole del cuore” presso Gilda Contemporary Art (2021), “The pictorial research of Francesca Candito”, Galleri Tornby in Bindslev, Danimarca (2019), “Open Spirit” a cura di Luigi Marsiglia alla Biblioteca San Giovanni di Pesaro (2018), “Negli occhi degli sconosciuti” personale ispirata a Rosa Genoni al Museo Valtellinese di Storia e Arte a Sondrio (2018). Tra le collettive ricordiamo: “Sacro Macello” bi-personale al Museo Valtellinese Storia e Arte (Sondrio) 2020, “Ex Voto” Museo Marino Marini (Firenze) 2020″. Nel 2017 espone, a Palazzo Reale di Milano come finalista del Premio Arte Mondadori. Diverse pubblicazioni sono state scritte sul lavoro di ricerca di Candito. Le sue opere si trovano in alcune collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero in collezioni permanenti pubbliche come al Museo Diocesano di Asti o Palazzo Marino Marini di Firenze.

INFO

AKASHA – “Il servizio dell’arte attraverso la memoria universale”
Francesca Candito
a cura di Cristina Gilda Artese
Fino al 3 marzo 2023
Gilda Contemporary Art – via San Maurilio 14 Milano


HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
“Fabio Colussi. Il pittore del mare” in mostra a Trieste