FRIDA KAHLO, AUTORRETRATO CON TRAJE DE TERCIOPELO / SELF-PORTRAIT IN A VELVET DRESS, 1926 Huile sur toile 79.7 x 60 cm Collection privée; © Banco de México Diego Rivera & Frida Kahlo Museums Trust, México D.F. / 2021, ProLitteris, Zurich

Alla Fondation Beyeler di Basilea CLOSE-UP

La mostra CLOSE-UP, che la Fondation Beyeler ospiterà dal prossimo 19 settembre 2021, è dedicata a nove artiste le cui opere occupano posizioni preminenti nella storia dell’arte moderna dal 1870 fino a oggi. È questo, infatti, il periodo all’inizio del quale in Europa e negli Stati le donne artiste sono per la prima volta riconosciute come professioniste a pieno titolo.

La mostra si concentra su artiste accomunate dalla predilezione per la figura umana rappresentata in ritratti o autoritratti: la francese Berthe Morisot e l’americana Mary Cassatt, entrambe attive negli anni 1870 e 1880 a Parigi, all’epoca la mecca della produzione artistica; la tedesca Paula Modersohn-Becker, che a partire dal 1900 circa e fino al 1907 gravitava tra la metropoli parigina e la località di Worpswede nella Germania del nord; e ancora la tedesca Lotte Laserstein, presente dal 1925 circa fino al 1933 sulla grande scena berlinese durante la Repubblica di Weimar; la messicana Frida Kahlo, attiva dalla fine degli anni 1920 fino al 1950 a Città del Messico; l’americana Alice Neel, che dalla fine degli anni 1920 agli inizi degli anni 1980 ha lavorato prima a Cuba e poi a Manhattan, muovendosi fra il Greenwich Village, lo Spanish Harlem e l’Upper West Side; Marlene Dumas, nata in Sudafrica, cresciuta negli anni bui dell’apartheid e residente dal 1976 ad Amsterdam; l’americana Cindy Sherman, che nello stesso momento si trasferisce a New York, quella fucina dell’arte contemporanea occidentale alimentata da una nuova generazione di artisti; e infine l’americana Elizabeth Peyton, che dagli anni 1990 si divide tra New York e l’Europa occidentale.

L’esposizione si focalizza sullo sguardo particolare rivolto da queste artiste al loro ambiente circostante, che trova espressione nei ritratti e nelle immagini di se stesse e degli altri. Nella collettiva si può cogliere come la visione delle artiste rispetto al mondo esterno sia andata mutando dal 1870 a oggi e cosa la contraddistingue singolarmente.

GLI ARTISTI

Berthe Morisot, Mary Cassatt, Paula Modersohn-Becker, Lotte Laserstein, Frida Kahlo, Alice Neel, Marlene Dumas, Cindy Sherman, Elizabeth Peyton

INFO

CLOSE-UP
19 settembre 2021 – 2 gennaio 2022
Fondation Beyeler
Beyeler Museum AG, Baselstrasse 77,
CH-4125 Riehen

HESTETIKA ART Next Generation

Altre storie
#studiovisitonline2: TIZIANA ZANETTI